Pharma: puntare ad ambiente e sociale per essere competitivi

Condividi:
Share

Porre attenzione allo sviluppo e rafforzare le iniziative in ambito ambientale, sociale e di governance (ESG) può aiutare le aziende farmaceutiche e biotech e i loro investitori ad aumentare la possibilità di crescita e ad avere successo nel lungo periodo.

Le aziende del settore farmaceutico sono state sotto i riflettori durante la pandemia per la loro capacità di condurre ricerche e sviluppare e produrre trattamenti e terapie per diverse malattie, anche rare e croniche, compreso lo sviluppo di vaccini COVID-19. Nel frattempo, con l’attenzione ad ambiente e sociale che continuerà a restare alta nei prossimi anni da parte di investitori, dipendenti e pazienti, le aziende più grandi hanno impegnato risorse e capitali per creare team responsabili della valutazione e del miglioramento di queste pratiche e, in molti casi, creando e implementando iniziative di promozione ambientale e sociale nuove ed efficaci.

Tutte queste attività possono dare un vantaggio competitivo alle aziende. Negli Usa le società più grandi si sono unite per dar vita alla Biopharma Investor ESG Communications Initiative, che ha sviluppato le linee guida 2.0, secondo le quali le aziende farmaceutiche e biotech dovrebbero dare spazio a temi quali etica aziendale, integrità e conformità, cambiamento climatico, buone pratiche di sperimentazione clinica, governance, riduzione dell’impatto ambientale, gestione del capitale umano, innovazione, rilascio di prodotti farmaceutici nell’ambiente e resistenza antibiotica, qualità dei prodotti e sicurezza del paziente, nonché gestione dei rischi e delle crisi e gestione delle catene di approvvigionamento.

Per quanto riguarda il cambiamento climatico e l’ambiente, per esempio, la maggior parte delle aziende biotech e farmaceutiche ha cominciato a concentrare l’attenzione su come ridurre l’impronta di carbonio, puntando a conservare e ridurre le emissioni di acqua e gas serra.

Le grandi aziende sono in grado di dimostrare come hanno conservato le risorse e ridotto l’uso di emissioni nocive, fornendo percentuali di conservazione e riduzione. Per il resto, visto che è difficile ridurre l’uso di gas serra o migliorare l’efficienza energetica in un anno, le aziende hanno indicato stime per descrivere nel modo più puntale possibile i loro obiettivi.

Notizie correlate

Lascia un commento