Bristol Myers Squibb: entro il 2030 100% energia rinnovabile

In 5 anni (2015-2020) Bristol Myers Squibb, a livello globale, ha ridotto del 20,7% i gas serra prodotti e del 10,8% il consumo di acqua. Le prospettive: utilizzo del 100% di energia rinnovabile ed elettrificazione del 100% delle automobili aziendali entro il 2030, zero rifiuti in discarica e carbon neutrality nelle emissioni entro il 2040. In Italia, nel 2021 è…

Leggi

BMS rafforza il portfolio oncologico con Turning Point

(Reuters) – Bristol Myers Squibb ha annunciato l’acquisizione di Turning Point Therapeutics per 4,1 miliardi di dollari, con l’obiettivo di rafforzare l’offerta di farmaci oncologici. La pharma britannica pagherà a Turning Point 76 dollari per azione, un premio del 122,5% sull’ultimo prezzo di chiusura. Il farmaco principale di Turning Point, repotrectinib,  appartiene a una classe di trattamenti noti come inibitori…

Leggi

BMS espande collaborazione con BridgeBio Pharma in ambito oncologico

A seguito di un accordo da 90 milioni di dollari, Bristol Myers Squibb acquisisce la licenza di un farmaco in sperimentazione contro il cancro di BridgeBio Pharma, espandendo la precedente collaborazione con l’azienda biotech che verteva sull’immunoterapico Opdivo. Il candidato di BridgeBio, denominato BBP-398, ha come obiettivo un bersaglio proteico noto come SHP2, coinvolto nello sviluppo di alcuni tumori. L’accordo…

Leggi

BMS: FDA estende indicazione d’uso per Opdivo

(Reuters) – La FDA ha approvato l’estensione di indicazione d’uso dell’ antitumorale Opdivo di Bristol Myers Squibb. Il farmaco, associato a chemioterapia, potrà quindi essere impiegato nel trattamento di pazienti, prima dell’intervento chirurgico, del carcinoma polmonare non a piccole cellule suscettibile di resezione chirurgica. L’approvazione si è basata sui dati di uno studio di fase avanzata che ha mostrato come…

Leggi

BMS: da FDA revisione prioritaria per Opdivo e chemio come strategia neoadiuvante contro il NSCLC

Bristol Myers Squibb (BMS) ha ottenuto una “spinta normativa” che potrebbe potenzialmente rendere il suo immunoterapico Opdivo il primo trattamento ad entrare in un contesto chiave nella terapia del tumore del polmone. La FDA ha concesso, infatti, la revisione prioritaria sulla domanda per Opdivo in combinazione con chemioterapia come trattamento prima dell’intervento chirurgico nel carcinoma polmonare non a piccole cellule…

Leggi

BMS, vendite in aumento

(Reuters) – Grazie alle vendite del farmaco per l’apparato cardiocircolatorio Eliquis e dell’antitumorale Opdivo, Bristol Myers Squibb ha registrato guadagni nel Q4 del 2021 leggermente migliori di quanto previsto. L’azienda ha dichiarato di aver guadagnato 4,07 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre dell’anno, mentre nello  stesso periodo del 2020 ne aveva incassati 3,33. Le vendite di Eliquis, in particolare, sono aumentate…

Leggi

BMS: crescita delle vendite a una cifra nel 2022

(Reuters) – Con una significativa riduzione delle vendite del suo blockbuster Revlimid, Bristol Myers Squibb stima, per il 2022, che le vendite totali dell’azienda cresceranno a una sola cifra. La società, in una presentazione alla conferenza dedicata a temi sanitari di J. P. Morgan, ha affermato di prevedere che le vendite del farmaco contro il mieloma multiplo saranno comprese tra…

Leggi

BMS, 920 mln di dollari per un’immunoterapia sperimentale

(Reuters) – Bristol Myers Squibb pagherà fino a 920 milioni di dollari per avere i diritti esclusivi a livello mondiale di un’immunoterapia sperimentale messa a punto da Immatics. L’accordo prevede che le due società svilupperanno insieme la terapia, nota come IMA401. Immatics, la cui produzione è focalizzata su antitumorali, riceverà un pagamento in anticipo di 150 milioni di dollari e…

Leggi

BMS interessata ad Aurinia Pharmaceuticals

(Reuters) – Bristol Myers Squibb sarebbe interessata all’acquisizione di Aurinia Pharmaceuticals. L’indiscrezione è stata riportata venerdì da Bloomberg, ma al momento non ha trovato conferma da parte delle due pharma. All’annuncio le azioni di Aurinia hanno chiuso in rialzo di quasi il 27%, con una capitalizzazione di mercato di 3,59 miliardi di dollari. Aurinia ha nel proprio portfolio un trattamento…

Leggi

BMS e Eisai: accordo da 3 mld di dollari per sviluppare un candidato contro il cancro

(Reuters) – Bristol-Myers Squibb e Eisai hanno stipulato un accordo del valore di 3,10 miliardi di dollari per sviluppare e commercializzare congiuntamente un farmaco sperimentale contro il cancro. BMS verserà a Eisai 650 milioni di dollari, comprese le spese di ricerca e sviluppo, oltre a una cifra che potrà raggiungere al massimo 2,45 miliardi di dollari in milestones. Le due…

Leggi

BMS: via libera FDA a Zeposia nella colite ulcerosa

(Reuters) – La Food and Drug Administration statunitense ha approvato Zeposia, farmaco a somministrazione orale di BMS per il trattamento di adulti affetti da colite ulcerosa. Bristol Myers Squibb è entrata in possesso del farmaco nel 2019 attraverso l’acquisizione di Celgene da 74 miliardi di dollari. Zeposia è già stato approvato lo scorso anno per il trattamento dei pazienti affetti…

Leggi

BMS: nuovo immunoterapico in combo con Opdivo efficace contro la progressione del melanoma avanzato

(Reuters) – Relatlimab, un farmaco sperimentale di Bristol Myers Squibb appartenente a una nuova classe di immunoterapici, usato in combinazione con l’antitumorale Opdivo, sempre dell’azienda britannica, ha prolungato il tempo di intervallo prima del peggioramento del melanoma avanzato rispetto a Opdivo da solo. A evidenziarlo sono i dati preliminari pubblicati nei giorni scorsi, che saranno presentati il mese prossimo all’incontro…

Leggi

BMS: novità nel trattamento della beta-talassemia con luspatercept

In Italia, vivono circa 7.000 pazienti con la beta-talassemia, una malattia genetica, ereditaria, causata da un difetto di produzione dell’emoglobina, la proteina responsabile del trasporto di ossigeno in tutto l’organismo. Sono costretti a sottoporsi a regolari trasfusioni di sangue ad intervalli di 2-3 settimane per tutta la vita. E assumono ogni giorno una terapia ferrochelante, per limitare l’accumulo di ferro…

Leggi

BMS: ok CE a nivolumab con cabozantinib prima linea nel RCC avanzato

La Commissione Europea ha approvato nivolumab in associazione con cabozantinib di Bristol Myers Squibb per il trattamento in prima linea di pazienti adulti con carcinoma a cellule renali (RCC) avanzato. La decisione della Commissione Europea si basa sui risultati dello studio di fase 3 CheckMate -9ER, che ha dimostrato una superiore efficacia di nivolumab in associazione con cabozantinib rispetto a…

Leggi

BMS lancia terapia CAR-T. ICER: è troppo costosa

Mentre Bristol Myers Squibb si appresta al lancio della sua terapia CAR-T per il mieloma multiplo, Abecma, gli esperti dell’Institute for Clinical and Economic Review (ICER) hanno dichiarato che per essere conveniente a livello di costo/efficacia, dovrebbe essere scontata tra il 37% e il 54%, rispetto al prezzo di listino di 419.500 dollari per dose. Un parere che non trova…

Leggi

BMS: ok FDA alla terapia CAR-T liso-cel

Dopo diversi ritardi normativi e alcuni problemi di produzione, liso-cel, terapia CAR-T di Bristol Myers Squibb, ha ottenuto l’approvazione della FDA. La terapia avrà il nome commerciale di Breyanzi ed è indicata per il trattamento di pazienti con alcuni tipi di linfoma a grandi cellule B che non hanno risposto a due trattamenti sistemici precedenti o che hanno avuto una…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022