Pharma: resiste mentalità conservatrice sui lanci dei prodotti digitali

Ad oggi, solo il 4% dei lanci di prodotti farmaceutici digitali, come applicazioni e siti web, ha successo. Per invertire il trend, il settore dovrebbe essere più audace e incentrato sul cliente. A evidenziarlo è un report di Graphite e Reuters Events che ha osservato come “la cultura avversa al rischio” del settore farmaceutico stia frenando i lanci digitali. Il…

Leggi

M&A: 2021 fiacco, ma sta arrivando la ripresa

Nello sviluppo dei farmaci, gli accordi di fusione e acquisizione possono essere tanto importanti quanto le scoperte scientifiche. E negli ultimi anni, le operazioni di M&A nel settore farmaceutico hanno raggiunto livelli record, con le aziende più grandi che si sono rivolte alle giovani biotech per acquisirne l’innovazione. Spesso questi accordi si sono concentrati su patologie quali cancro, malattie rare…

Leggi

Pharma: definire gli obiettivi per sfruttare al meglio i dati

Definire gli obiettivi e raccogliere metriche specifiche sfruttando la tecnologia giusta, per assicurarsi che tutti i partecipanti a determinati incontri siano correttamente formati. È questo il consiglio per i team di medical affairs, ricerca & sviluppo e commerciali che vogliono raccogliere dati dalle loro iniziative. Senza una contestualizzazione con degli obiettivi, infatti, può essere difficile trasformare i dati raccolti in…

Leggi

Digital Marketing: per operatori sanitari poche mail e di alta qualità

Alta qualità, numero ridotto e buona struttura: sono queste le caratteristiche che dovrebbero avere le campagne via mail secondo gli operatori sanitari. E se non si riesce a trovare questo equilibrio, il marketing farmaceutico rischia di insinuare la ‘stanchezza digitale’ nei medici. Questo è il messaggio che sintetizza un’analisi condotta di Indegene, società attiva in USA nell’ambito della consulenza sanitaria,…

Leggi

Pharma: nel Medical Affairs funzionano i meeting virtuali

Anche con la ripresa dei contatti tra le persone, l’80% degli advisory board e il 65% degli steering committees resteranno virtuali, almeno secondo gli esperti consultati da un’indagine di Reuters Health che ha preso in considerazione dipendenti con ruoli nel medical affairs farmaceutico, biotech, di medical device e di produttori di farmaci da banco. La convenienza e l’inclusività di incontri…

Leggi

Web3: le possibilità per il settore farmaceutico e biotech

Il Web3 potrà aiutare le aziende farmaceutiche e biotech a ottenere informazioni più dettagliate sui percorsi degli utenti e sulle esigenze dei medici che potranno essere, così, sempre più centrate sul paziente. Nell’era del Web1, gli utenti interagivano solo con i dati, per esempio le cartelle cliniche elettroniche, mentre l’interazione con altri utenti è arrivata più tardi, con il Web2…

Leggi

Pharma reputation in discesa, ma ancora sopra i livelli pre pandemia

Dopo un anno in ascesa, la reputation dell’industria farmaceutica è ora in calo del 15% rispetto al picco raggiunto a fine 2020. Questo è quanto emerge dai dati del sondaggio della società americana Harris Poll di questo mese, che mostrano come gli americani vedano il settore in una luce meno positiva. Il 47% degli intervistati esprime una buona opinione del…

Leggi

Unmet Medical Need, UE: allineare le diverse interpretazioni

Dare una definizione al “bisogno medico insoddisfatto” (Unmet Medical Need) non è solo una questione semantica, ma è strettamente collegata alle caratteristiche che rendono un farmaco “innovativo”.  La definizione di “innovatività”, a sua volta, è un requisito fondamentale per le prospettive di sviluppo e lancio di un prodotto. I prodotti innovativi che rispondono a un bisogno insoddisfatto, infatti, accedono in Europa…

Leggi

Guerra in Ucraina, l’impatto sugli studi clinici

La crisi ucraina sta già avendo impatto enorme sull’industria biotech e farmaceutica, con le interruzioni della catena di approvvigionamenti e degli studi clinici e con la decisione di interrompere investimenti od operazioni finanziarie in Russia. La situazione geopolitica avrà un effetto diretto sugli studi clinici per farmaci e prodotti biotech condotti in Ucraina e in Russia, costringendo le aziende a…

Leggi

Crisi Ucraina: le big pharma non interromperanno la fornitura di farmaci alla Russia

Dopo che giganti come McDonalds, Starbucks, Samsung e Coca-Cola si sono sfilate dalla commercializzazione dei loro prodotti in Russia, alcuni osservatori si sono chiesti perché il settore farmaceutico non stia seguendo l’esempio. E il settore si difende dicendo che, poiché forniscono beni salvavita, sono esenti dalle sanzioni imposte da USA e Europa. Lo ha ribadito anche il CEO di Pfizer,…

Leggi

Pharma: 2021 anno dei record in Ricerca e Sviluppo

Nonostante l’interruzione a causa della pandemia di COVID-19, l’attività di innovazione nel campo delle scienze della vita è rimasta costante nell’ultimo biennio. A rivelarlo è un rapporto di IQVIA Institute for Human Data Science, secondo il quale il sistema ha dimostrato una notevole capacità di resilienza, investendo, adattandosi, attingendo alle innovazioni esistenti e lavorando continuamente con dedizione; strategie che hanno…

Leggi

Reputazione pharma: “effetto lockdown” per la stampa mainstream

Il lockdown ha costituito un vero e proprio evento spartiacque nella reputazione delle aziende farmaceutiche presso la stampa mainstream. Negli USA un’indagine di Gallup –  società di analisi e consulenza – ha messo a confronto temi e tenore degli articoli scritti 12 mesi prima di marzo 2020 con quelli scritti 12 mesi dopo. La copertura mediatica dell’industria farmaceutica è stata…

Leggi

Guerra in Ucraina, Big Pharma con le organizzazioni umanitarie

Sta crescendo il numero di aziende biotech e farmaceutiche che condannano l’invasione russa dell’Ucraina e che si impegnano a mantenere attivo il sistema sanitario del Paese. Da Roche a Sanofi, passando per Pfizer e Novo Nordisk, in tante, anche attraverso le loro Fondazioni, hanno già fatto donazioni a diverse organizzazioni umanitarie. A monitorare gli sforzi delle società del settore a…

Leggi

Global Innovators 2022: nella top 100 J&J, Philips e Roche

Clarivate – società britannica ex Thomson Reuters che cura la pubblicazione di Web of Science e Science Citation Index – ha reso noto l’elenco dei 100 migliori Global Innovators per il 2022, che identifica le organizzazioni che dimostrano un’eccellenza innovativa e che si trovano ai vertici dell’ecosistema globale dell’innovazione. Per quanto riguarda il farmaceutico e il medtech, tre società appartenenti…

Leggi

Cosa pensano i pazienti dei loro farmaci? Lo dice una piattaforma

Una società con sede nel Regno Unito, Talking Medicine, ha sviluppato una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale, chiamata PatientMetRx, che filtra milioni di conversazioni online per scoprire cosa pensano i pazienti dei loro medicinali, con l’obiettivo di fornire indicatori chiave di performance dalla voce dei pazienti. La piattaforma usa l’apprendimento automatico e l’elaborazione del linguaggio naturale per trovare informazioni anonime raccolte…

Leggi


SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022