AstraZeneca, studio RWE EXACOS-CV: la BPCO aumenta il rischio di eventi cardiovascolari dopo una riacutizzazione

Il rischio di eventi cardiovascolari per i pazienti con BPCO aumenta di circa 34 volte nei 7 giorni successivi a una riacutizzazione, a prescindere dalla gravità, e rimane elevato fino a un anno di osservazione. Se non opportunamente trattato, il rischio di questi eventi può portare a conseguenze molto gravi. Questo dato emerge dallo studio RWE EXACOS-CV (EXACerbations and their…

Leggi

Daiichi Sankyo e AstraZeneca: trastuzumab deruxtecan cambia lo standard di cura nel tumore della mammella metastatico

Trastuzumab deruxtecan – anticorpo monoclonale farmaco-coniugato – può cambiare lo standard di cura in prima linea del tumore della mammella metastatico, evitando la chemioterapia dopo la terapia anti ormonale. È quanto emerge dai dati dallo studio di Fase III DESTINY-Breast06, presentato in Sessione Plenaria al Congresso ASCO (American Society of Clinical Oncology). Nello studio sono stati coinvolti 866 pazienti con…

Leggi

AstraZeneca, ASCO: per osimertinib e durvalumab ottimi risultati negli studi LAURA e ADRIATIC sul tumore del polmone

Passi avanti importanti nel trattamento di due forme di tumore del polmone particolarmente aggressive e caratterizzate da bisogni clinici finora insoddisfatti. I progressi sono evidenziati in due studi presentati in Sessione Plenaria al Congresso dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO), che si conclude a Chicago il prossimo 5 giugno. Si tratta dello studio LAURA sull’uso della terapia target osimertinib nel…

Leggi

Daiichi Sankyo e AstraZeneca: con Dato-DXd migliora la sopravvivenza globale nei pazienti con NSCLC localmente avanzato o metastatico

Novità importante nella terapia del carcinoma polmonare non a piccole cellule. I risultati principali dello studio di fase III TROPION-Lung01, che ha già raggiunto la sopravvivenza libera da progressione (PFS), hanno mostrato un dato di sopravvivenza globale numericamente superiore per datopotamab deruxtecan (Dato-DXd) rispetto a docetaxel nella popolazione complessiva dello studio, senza tuttavia raggiungere la significatività statistica. La popolazione era…

Leggi

AstraZeneca: il regime di combinazione con acalabrutinib migliora la PFS nel linfoma a cellule mantellari

I risultati dell’interim analysis dello studio di Fase III ECHO mostrano che acalabrutinib, in combinazione con la chemioimmunoterapia, bendamustina e rituximab, ha prodotto un miglioramento statisticamente significativo e clinicamente rilevante della sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS) rispetto allo standard di cura, nei pazienti adulti > 65 anni con linfoma a cellule mantellari (MCL) non precedentemente trattati. Nell’endpoint secondario…

Leggi

Amgen e AstraZeneca: estensione di uso per tezepelumab nella BPCO?

Da uno studio di Fase IIb, anche se la sperimentazione non ha raggiunto l’endpoint primario, è emerso un profilo di efficacia di Tezspire (tezepelumab) nel trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Un dato che probabilmente spingerà Amgen e AstraZeneca a chiedere un’espansione delle indicazioni di uso del farmaco, attualmente approvato per l’asma grave. Tezepelumab non ha mostrato una riduzione significativa…

Leggi

AstraZeneca scommette sulla produzione di ADC: 1,5 miliardi di dollari per un impianto a Singapore

Forte dei successi del suo coniugato anticorpo-farmaco (ADC) Enhertu, frutto della collaborazione con Daiichi Sankyo, e confidando in un’approvazione nel prossimo inverno del suo candidato datopotamab durextecan, AstraZeneca punta forte su questi farmaci annunciando un investimento di 1,5 miliardi di dollari per costruire un impianto end-to-end Singapore. La pharma anglo-svedese prevede di avviare la costruzione dello stabilimento – che sarà…

Leggi

AstraZeneca ritira il suo vaccino anti Covid in tutto il mondo. Nessun nesso con rischi già noti

AstraZeneca ha avviato la procedura di richiesta di ritiro dall’Autorizzazione all’immissione in commercio del proprio vaccino contro il Covid a livello globale. Il ritiro è già operativo in Europa dallo scorso 27 marzo 2024. La decisione, però, non ha nulla a che vedere con i rischi di effetti collaterali legati all’utilizzo di questo prodotto. In queste ore molti stanno associando…

Leggi

AstraZeneca aumenta la partecipazione in Cellectis per sviluppare terapie geniche

AstraZeneca ha annunciato l’acquisto, per 140 milioni di dollari, di 28 milioni di azioni della biotech francese Cellectis, specializzata in terapie cellulari. L’investimento fa parte di un accordo di partnership siglato tra le due società a novembre 2023, che mira a sviluppare fino a dieci terapie geniche e cellulari per cancro, patologie legate al sistema immunitario e malattie rare. Al…

Leggi

Daiichi Sankyo e AstraZeneca: trastuzumab deruxtecan migliora la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma mammario metastatico HR positivo

Il trattamento con trastuzumab deruxtecan – scoperto da Daiichi Sankyo e sviluppato e commercializzato da Daiichi Sankyo e AstraZeneca – ha determinato un miglioramento statisticamente e clinicamente significativo della sopravvivenza libera da progressione (PFS), rispetto alla chemioterapia standard, nella popolazione oggetto dell’endpoint primario dello studio, costituita da pazienti con carcinoma mammario metastatico HR positivo, HER2-Low (HER2 basso, IHC 1+ o…

Leggi

AstraZeneca, Q1 all’insegna della crescita a due cifre

Q1 molto positivo per AstraZeneca, con una rapida crescita di ricavi e utili che hanno superato le aspettative di Wall Street. “Motori” di questa crescita sono stati soprattutto i farmaci antitumorali. Il fatturato totale è salito del 17% attestandosi 12,7 miliardi di dollari, e, rispetto al primo trimestre dell’anno scorso, l’utile operativo è balzato del 22%, raggiungendo i 3,1 miliardi…

Leggi

AstraZeneca: durvalumab, più chemioterapia, raddoppia tasso di sopravvivenza globale a tre anni nel tumore delle vie biliari

I risultati esplorativi dello studio di Fase III TOPAZ-1 dimostrano che durvalumab, in combinazione con la chemioterapia, ha prodotto un beneficio clinicamente significativo di sopravvivenza globale (OS) a lungo termine a tre anni nei pazienti con tumore delle vie biliari (BTC) avanzato. Durvalumab è un anticorpo monoclonale umano diretto a PD-L1 che blocca l’interazione di PD-L1 con PD-1 e CD80,…

Leggi

AstraZeneca: FDA estende benralizumab ai pazienti 6-11 anni con asma grave e fenotipo eosinofilo

La FDA ha esteso Faserna (benralizumab) di AstraZeneca come terapia di mantenimento aggiuntiva nei bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni con asma grave e fenotipo eosinofilo. La dose raccomandata di Fasenra è di 30 mg per l’uso nei bambini di età pari o superiore a sei anni che pesano almeno 35 kg. Un nuovo dosaggio…

Leggi

AstraZeneca: ok FDA a Voydeya nella EPN

La Food and Drug Administration ha approvato Voydeya, un nuovo farmaco per la cura dell’emoglobinuria parossistica notturna (EPN). Di proprietà di AstraZeneca, Voydeya è stato autorizzato come terapia aggiuntiva ai trattamenti standard per la EPN, Ultomiris e Soliris, anch’essi nel portafoglio della pharma anglo-svedese. Il farmaco è destinato al 10%-20% delle persone affette da EPN che, nonostante il trattamento con…

Leggi

AstraZeneca: ok AIFA a rimborsabilità acalabrutinib nella nuova formulazione in compresse (LLC)

L’Agenzia italiana del Farmaco ha approvato rimborsabilità di acalabrutinib nella nuova formulazione in compresse per pazienti con leucemia linfatica cronica sia di nuova diagnosi, sia precedentemente trattati. La dose raccomandata è di 100 mg due volte al giorno (intervallo di dose di 12 ore). La terapia mirata acalabrutinib, in capsule, è già stata approvata dall’AIFA nel 2021. Nella nuova formulazione…

Leggi

Tumore ovarico, l’appello dell’Ovarian Cancer Commitment

In Italia fino all’80% dei casi di tumore ovarico viene diagnosticato tardi. Ogni anno vengono stilate 4.800  nuove diagnosi l’anno con la malattia già in fase avanzata. È dunque necessario aumentare la consapevolezza tra le donne, attraverso opportune campagne informative. È inoltre importante favorire e velocizzare, per tutte le pazienti, l’accesso ai test per biomarcatori predittivi e alle cure innovative.…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2024