J&J acquisisce Shockwave Medical per 13,1 miliardi di dollari e rafforza il portfolio cardiovascolare

Per arricchire il proprio portfolio cardiovascolare Johnson & Johnson ha raggiunto un accordo di acquisizione di Shockwave Medical, alla cifra di circa 13,1 miliardi di dollari. Il closing dell’operazione è previsto a metà 2024. Shockwave produce dispositivi medici che rompono i depositi di calcio nelle arterie coronarie utilizzando onde di pressione sonora, con una tecnica chiamata litotrissia intravascolare. Per il…

Leggi

J&J e Legend: Novartis entra nell’accordo per la produzione commerciale di Carvykti

Novità sul fronte delle terapie CAR-T: Legend e J&J hanno coinvolto Novartis nella produzione commerciale di Carvykti (cilta-cel). Legend ha comunicato il raggiungimento dell’accordo in un documento diffuso venerdì scorso. L’accordo è valido fino al 2029; Novartis si impegna a riservare a Carvykt un determinato numero di suite di produzione presso il suo stabilimento di Morris Plains, nel New Jersey.…

Leggi

J&J, buoni risultati per candidato contro la psoriasi a placche

Novità positive per Johnson&Johnson da JNJ-2113, primo peptide orale mirato progettato per bloccare il recettore IL-23 nella terapia della psoriasi a placche da moderata a grave. Nello studio di estensione a lungo termine FRONTIER 2, il candidato della pharma USA ha dimostrato di mantenere per 52 settimane alti tassi di miglioramento della pelle negli adulti. L’efficacia si è estesa dalla…

Leggi

J&J scommette su guselkumab nella colite ulcerosa

Johnson & Johnson ha presentato alla Food and Drug Administration una supplemental biologics licence application per Tremfya (guselkumab) nel trattamento della colite ulcerosa. Guselkumab, un anticorpo monoclonale immunoglobulinico umano (mAb), agisce bloccando l’IL-23, una citochina nota per essere alla base di malattie immunomediate come la colite ulcerosa. Sviluppato con la tecnologia HuCAL (human combinatorial antibody library), il farmaco è già approvato…

Leggi

Johnson & Johnson acquisisce Ambrx Biopharma per 2 miliardi di dollari

Johnson & Johnson ha concluso l’acquisizione dell’azienda biofarmaceutica Ambrx Biopharma con una transazione da 2 miliardi di dollari. L’accordo – comunicato pochi giorni fa – è stato raggiunto nel mese di gennaio 2024. L’operazione segna un passo significativo per J&J nel potenziamento del suo portafoglio oncologico, in particolare nel settore del cancro alla prostata, e rafforza le capacità della big…

Leggi

J&J: ok CHMP a terapia CAR-T Carvykti nel mieloma multiplo

Il CHMP dell’EMA ha dato parere positivo all’approvazione della terapia cellulare Carvykti di Johnson & Johnson e Legend Biotech per il trattamento dei pazienti con mieloma multiplo recidivato e refrattario che hanno ricevuto almeno una terapia. Attualmente, questa terapia CAR-T è autorizzata solo dopo tre trattamenti. La raccomandazione del CHMP passa ora alla Commissione Europea per l’autorizzazione all’immissione in commercio,…

Leggi

Johnson & Johnson: nipocalimab efficace contro la miastenia gravis generalizzata e la malattia di Sjogren

Johnson & Johnson ha annunciato risultati positivi per nipocalimab nella terapia di due malattie rare: la miastenia gravis generalizzata e la malattia di Sjogren. Il farmaco – un anticorpo monoclonale IgG- aveva già fatto registrare nel 2023 buone performance come terapia di altre due malattie autoimmuni: la malattia emolitica del feto e del neonato e l’artrite reumatoide. Lo studio di…

Leggi

J&J, crescita record nel Q4 2023

Johnson & Johnson ha concluso il 2023 con una solida performance finanziaria. L’utile netto è stato di 4,1 miliardi di dollari; un aumento a doppia cifra (+28%) rispetto ai 3,2 miliardi di dollari totalizzati nello stesso trimestre del 2022. L’azienda ha registrato anche una crescita delle vendite del 7,3%, che hanno fatto incassare alla big pharma USA 21,4 miliardi di…

Leggi

Johnson & Johnson scommette sulla terapia genica oculare di MeiraGTx

Johnson & Johnson acquisisce una terapia genica per la retinite pigmentosa X-linked da MeiraGTx. Costo dell’operazione: 65 milioni di dollari in anticipo, più altri 65 milioni di dollari nel 2024, a fronte della rinuncia alle royalties sulle vendite da parte della biotech. L’accordo prevede l’erogazione di altri 285 milioni al raggiungimento di determinati traguardi commerciali. La collaborazione tra le due…

Leggi

J&J, entro il 2030 venti nuove terapie sul mercato

Johnson & Johnson prevede un futuro ricco di successi per la sua divisione farmaceutica. L’azienda ha infatti comunicato agli azionisti che, entro il 2030, verranno introdotte sul mercato ben 20 nuove terapie destinate a trattare patologie oncologiche, immunitarie e neurologiche, con un trend di crescita che, entro la fine del decennio, sarà compreso tra il 5% e il 7%. Praticamente…

Leggi

J&J rivede al rialzo le previsioni per il 2023

Johnson & Johnson rivede al rialzo le previsioni di vendita e degli utili per l’anno in corso grazie ai risultati del terzo trimestre che hanno superato le aspettative di Wall Street. La big pharma – che ha reso pubblici i dati finanziari per la prima volta dopo la separazione della divisione dedicata alla salute dei consumatori, ora nota come Kenvue…

Leggi

Johnson&Johnson rinnova la visual identity

Focalizzandosi in modo esclusivo sull’innovazione nell’healthcare Johnson & Johnson fa evolvere il proprio brand e unisce le componenti dei dispositivi medici e farmaceutica sotto il nome del fondatore eponimo, con l’obiettivo di evidenziare la propria leadership. “La nostra focalizzazione nel settore farmaceutico con Innovative Medicine e nelle soluzioni MedTech ci consente di portare innovazione in tutti gli ambiti della salute…

Leggi

J&J, ottimi risultati per la terapia CAR-T Carvykti

Un grande passo in avanti per la terapia cellulare Carvykti di Johnnson & Johnson nel trattamento del mieloma multiplo. La pharma USA ha presentato lunedì 5 giugno al Congresso ASCO un’analisi approfondita dei risultati degli studi clinici che mostrano come questo trattamento sia sostanzialmente superiore agli standard di cura attuali. Nello studio CARTITUDE-4, in particolare, Carvykti ha ridotto del 74%…

Leggi

J&J Medtech: Patrizio Fatale nuovo GM di Ethicon Italia

Patrizio Fatale è il nuovo General Manager Ethicon. Romano, classe 1982, laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni all’Università La Sapienza di Roma, Fatale ha iniziato la sua carriera in Procter&Gamble in ambito IT e marketing per poi passare all’esperienza di consulenza strategica in Bain & Company. In J&J dal 2013, dove ha ricoperto vari ruoli di crescente responsabilità nel marketing e…

Leggi

Johnson & Johnson, acquisite due terapie cellulari sperimentali

Johnson & Johnson ha acquisito i diritti su due terapie cellulari sperimentali contro tumori del sangue, con l’obiettivo di sfruttare il successo ottenuto nella messa a punto di Carvykti, la terapia CAR-T per il mieloma multiplo. L’accordo è stato raggiunto con la biotech Cellular Biomedicine Group e prevede un pagamento anticipato pari a 245 milioni di dollari. Sono previste anche…

Leggi

J&J, con gli antitumorali crescono le vendite del settore farmaceutico nel Q1

Il portafoglio dei farmaci oncologici è stato il “motore” della crescita delle vendite del settore farmaceutico nel Q1 2023 di Johnson & Johnson. Gran parte degli incassi di questo comparto è arrivata dalla linea di trattamenti per il mieloma multiplo, guidata da Darzalex. Le vendite di questo farmaco sono cresciute del 22%, arrivando a 2,3 miliardi di dollari. Buona anche…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2024