Grünenthal acquisisce da Bayer il brand Nebido

Condividi:
Share

Grünenthal ha annunciato un accordo con Bayer AG per l’acquisizione di Nebido, l’unico trattamento iniettabile a lunga durata d’azione per la carenza di testosterone.

Il prodotto è approvato e commercializzato con successo in oltre 80 Paesi. Il brevetto sarà protetto fino al marzo 2024 nell’UE e fino al maggio 2027 negli Stati Uniti. Si prevede che Nebido aggiungerà circa 100 milioni di euro all’EBITDA di Grünenthal nel 2023. La chiusura dell’accordo è prevista entro la fine del 2022.

“Un uomo su sei, oltre i 50 anni, convive con i sintomi da carenza di testosterone. Troppo pochi pazienti ricevono un trattamento adeguato e ci impegniamo a facilitare l’accesso al trattamento per un numero ancora maggiore di pazienti che ne hanno bisogno – afferma Gabriel Baertschi, CEO di Grünenthal – La solida esperienza di Grünenthal nell’acquisizione di brand affermati ha migliorato significativamente la nostra redditività, permettendoci di investire in ricerca e sviluppo e di creare la prossima generazione di farmaci contro il dolore”.

Nebido è un farmaco leader, indicato per l’ipogonadismo maschile. Viene utilizzato per il trattamento dei sintomi clinici da carenza di testosterone, quali l’alterazione delle caratteristiche sessuali maschili, la riduzione della massa muscolare, l’astenia, riduzione della libido o la disfunzione erettile. Il prodotto viene somministrato direttamente dal medico ogni 10-14 settimane. Nebido ha dimostrato un solido profilo di sicurezza ed efficacia, supportato da solidi dati a lungo termine.

L’acquisizione di Nebido fa parte di una serie di deal da parte di Grünenthal, tra cui i diritti europei di Crestor e Nexium, i diritti globali di Vimovo (esclusi gli Stati Uniti ed il Giappone), i diritti globali di Qutenza e i diritti globali di Zomig (escluso il Giappone).

Nel 2021, Grünenthal ha acquisito l’azienda biotecnologica svizzera Mestex AG, compreso il suo innovativo farmaco sperimentale Resiniferatoxin per il trattamento intra-articolare del dolore associato all’osteoartrite del ginocchio. Negli ultimi anni, Grünenthal ha investito oltre 2 miliardi di euro in operazioni di M&A.

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022