Shire

Arriva in Italia, in regime di rimborsabilità in fascia H, la pegasparaginasi, una forma pegilata della L-asparaginasi, trattamento noto della Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA): la pegilazione prolunga l’emivita della L-asparaginasi permettendo al principio attivo di rimanere più a lungo nel

Shire ha presentato alla FDA domanda per l’inserimento di SHP654 in un programma IND (investigational new drug). SHP654, designato anche come BAX 888, è una terapia genica basata sul Fattore VIII (FVIII) per il trattamento dell’emofilia A. SHP654 mira a proteggere

(Reuters Health) – Un anno dopo aver chiuso il suo più grande affare, ossia l’acquisizione di Baxalta per 32 miliardi di dollari, i riflettori degli investitori sono puntati sulle grandi sfide nel campo dell’emofilia che Shire ha ereditato dal gruppo statunitense. Il mercato è preoccupato per

(Reuters Health) – Shire ha ottenuto l’approvazione in USA per un farmaco a lunga durata di azione contro Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività (ADHD), destinato ad essere utilizzato da adolescenti e adulti. In questo modo rafforza il portafoglio di

(Reuters Health) – Shire è pronta a chiedere alla FDA americana l’ok per il suo farmaco contro l’angioedema ereditario, lanadelumab, dopo aver raccolto con successo gli ultimi dati. La documentazione potrebbe arrivare sul tavolo dell’ente regolatorio a fine anno o

Shire lancia la campagna Rare Count per celebrare la Giornata Mondiale delle Malattie Rare e rendere onore ai 350 milioni di persone che ogni giorno lottano contro una malattia rara. A livello globale si stima che il 50% delle malattie rare

Da ieri è disponibile anche in Italia, in regime di rimborsabilità in fascia H, susoctocog alfa, FVIII ricombinante prodotto da Shire, indicato nel trattamento degli episodi emorragici che si manifestano nei pazienti adulti con emofilia acquisita causata da anticorpi che neutralizzano

Con l’obiettivo di misurare il peso globale dell’emofilia, Shire ha presentato la sua nuova stima del tasso globale annuo di sanguinamenti nel mondo (Global Annual Bleed Rate). Il GABR si propone di individuare quelle regioni del mondo che mostrano la

  Un campus di 51.000 metri quadrati dedicato alle malattie rare a Cambridge, nel Maryland. È l’ultima novità in casa Shire. L’azienda biofarmaceutica irlandese ha infatti fatto sapere di aver chiuso un accordo di affitto con BioMed Realty. Shire dovrebbe

L’azienda irlandese Shire ha speso sei mesi e 32 miliardi di dollari per acquisire Baxalta e i suoi prodotti per l’emofilia. Ma i dati dell’ultimo trimestre, il primo a fornire risultati sul pieno periodo, non sarebbero soddisfacenti. Secondo quanto dichiarato

L’AIFA ha autorizzato l’immissione in commercio in classe C(nn) di Cuvitru, Immunoglobulina umana normale al 20% per somministrazione sottocutanea destinata al trattamento di immunodeficienze primitive e secondarie di pazienti adulti e pediatrici. L’autorizzazione è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale serie generale

La notizia non è delle più clamorose, visto che l’interesse di Shire è sempre stato per le malattie rare; la casa farmaceutica irlandese, che a giugno aveva acquistato l’americana Baxalta, ha ‘scaricato’ i due farmaci biosimilari in via di sviluppo

In occasione della terza Giornata Mondiale per la sensibilizzazione sulla malattia di Gaucher, in programma il 1° ottobre prossimo, Shire lancia a livello globale la campagna Spotlight on Gaucher. Per aumentare la consapevolezza della malattia e offrire il supporto alla comunità

Shire ha ricevuto un’approvazione chiave negli Stati Uniti per lifitegrast, il suo nuovo farmaco per la malattia dell’occhio secco, quasi un anno dopo che la molecola era stata respinta dalla FDA. L’azienda irlandese aveva ricevuto nell’ottobre scorso una lettera da

Il farmaco candidato di Shire contro l’ADHD ha raccolto ulteriori dati positivi e si preparare a conquistare il mercato. E con l’approvazione in vista dell’FDA, si aprono ampi margini competitivi. L’azienda di Dublino ha annunciato la scorsa settimana che il

(Reuters Health) – Obiettivo principale dello studio raggiunto per SHP465, il farmaco sperimentale di Shire per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD). I dati, ha fatto sapere l’azienda irlandese, hanno infatti mostrato che entrambe le dosi di