Takeda-Shire: via libera dagli azionisti

(Reuters Health) – Ok degli azionisti di Takeda all’acquisizione per 59 miliardi di dollari di Shire, un’operazione che allargherà di molto la pipeline dell’azienda giapponese. Grazie a questa acquisizione, la più grande mai fatta da un’azienda giapponese, la pharma di Tokyo rientrerà nel ranking delle 10 più grandi aziende al mondo e si inserirà nel business delle malattie rare. Per…

Leggi

Takeda-Shire, c’è il sì anche della Commissione Europea

(Reuters Health) – La Commissione Europea ha annunciato martedì di aver dato l’assenso all’acquisizione di Shire, da parte di Takeda, per 62 miliardi di dollari, a condizione che l’azienda giapponese ceda un farmaco di Shire, attualmente in sperimentazione per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali. Takeda ha accettato la condizione della Commissione Europea e il farmaco in sperimentazione, se arriverà…

Leggi

Takeda: closing operazione Shire entro l’8 gennaio?

(Reuters Health) – Takeda cercherà il sostegno degli investitori per chiudere l’acquisizione da 62 miliardi di dollari di Shire entro l’8 gennaio 2019. Ad annunciarlo è stata oggi la stessa azienda giapponese, che ha anche dichiarato che il 5 dicembre si terrà un’assemblea straordinaria degli azionisti proprio per votare l’operazione. L’accordo costituirebbe la più grande acquisizione mai effettuata da un’azienda…

Leggi

Takeda-Shire, il Giappone dice sì

(Reuters Health) – La Fair Trade Commission giapponese ha approvato l’acquisizione di Shire da parte di Takeda per 62 miliardi di dollari. Lo ha annunciato la stessa pharma di Osaka. L’acquisizione aveva già ricevuto l’autorizzazione incondizionata dalle autorità di Stati Uniti, Brasile e Cina. Fonte: Reuters Health (Versione italiana per Daily Health Industry)

Leggi

Shire: FDA estende uso Cinryze

Shire porta a casa l’estensione dell’approvazione, da parte della FDA, di Cinryze, farmaco per il trattamento dell’angioedema ereditario. Cinryze potrà essere somministrato due volte alla settimana per via endovenosa nei bambini, a partire dai sei anni di età. Questo farmaco nel 2017 ha portato nelle casse di Shire 699 milioni di dollari.Viene prescritto per tenere sotto controllo gli attacchi di…

Leggi

Takeda acquisisce Shire. Il closing entro metà 2019

Takeda ha acquisito Shire. L’annuncio è arrivato dalla casa farmaceutica giapponese. I termini dell’accordo prevedono l’acquisto delle azioni Shire a 30,33 dollari cash e ulteriori 0,839 dollari per ogni nuova azione Takeda o 1,678 dollari per ogni American depositary shares (Ads) della pharma giapponese. Il tutto per un controvalore di circa 46 milioni di sterline (52 miliardi di Euro). Il…

Leggi

Takeda rilancia per Shire: 64 miliardi di dollari

64 miliardi di dollari: è questa l’ultima offerta di Takeda per Shire. Se l’acquisizione andasse in porto a questa cifra, si tratterebbe dell’operazione più costosa fatta all’estero da un’azienda giapponese. Takeda ha reso noto che è disposta a pagare 49 sterline per ogni azione di Shire, dalle precedenti 47, per un totale di 46 miliardi di sterline. Si tratta del…

Leggi

Shire vende BU oncologia a Servier per 2,4 mld di dollari

(Reuters Health) – Shire ha venduto la pipeline dell’oncologia alla farmaceutica francese Servier per 2,4 miliardi di dollari, in contanti. Una mossa che potrebbe sparigliare le carte in tavola nella corsa all’acquisizione della pharma irlandese. Il takeover di Shire da parte di un grande casa farmaceutica è stato uno degli argomenti caldi degli ultimi 15 giorni. La quaterna più accredita…

Leggi

Acquisizione Shire: Takeda torna in pole position

Le trattative di Takeda per l’acquisto di Shire si stanno concretizzando. Secondo alcune fonti, la pharma giapponese avrebbe richiesto una linea finanziaria per fare un’offerta superiore a 40 miliardi di dollari. In testa agli istituti consultati c’è la banca di riferimento di Takeda, la Sumitomo Mitsui Banking Corp. Se Takeda vuole acquistare Shire, dovrà sborsare molti soldi. Gli osservatori del…

Leggi

Takeda, Pfizer, Amgen o AbbVie: chi comprerà Shire?

A chi conviene farsi avanti per l’acquisto della biotech con sede a Dublino? Tra i potenziali acquirenti dell’irlandese non ci sarebbe solo Takeda, ma in molte potrebbero trarre beneficio dall’investimento, almeno secondo gli analisti. Tra questi c’è Pfizer: gli analisti hanno ipotizzato per mesi che il colosso fosse orientato all’acquisto di società rivali nel settore immuno-oncologico come Bristol-Myers Squibb o…

Leggi

Shire: partnership con Microsoft per accelerare diagnosi patologie rare

Shire ha avviato una partnership con Microsoft per accelerare la diagnosi nelle patologie rare. Alla partnership aderisce anche Eurordis, l’associazione europea delle persone con malattie rare. Le tre realtà svilupperanno“una roadmap attuabile” per rimuovere gli ostacoli alla diagnosi delle malattie rare. Gli altri obiettivi: migliorare la capacità dei medici di identificare e diagnosticare i pazienti, attribuire a questi ultimi e…

Leggi

Shire: sotto la lente d’ingrandimento le BU neuroscienze e malattie rare

Shire sta valutando alcune opzioni strategiche per le BU neuroscienze e malattie rare. “Il business delle neuroscienze merita ulteriori attenzioni e investimenti”, ha detto l’azienda in una nota diffusa alla JP Morgan Conference, aggiungendo che “ogni divisione beneficerà di una maggiore attenzione sulla gestione, di una maggiore chiarezza strategica e di una maggiore capacità di dispiegare le risorse per la…

Leggi

Roche e Shire: battaglia legale su Hemlibra (emofilia)

(Reuters Health) –  Si inasprisce la controversia brevettuale tra Roche e Shire relativa a Hemlibra, nuovo prodotto contro l’emofilia della casa svizzera approvato un mese fa dalla FDA. Shire ha presentato una nuova istanza presso un tribunale degli Stati Uniti affermando che Roche impedisce ad alcuni pazienti l’accesso ai suoi farmaci. La denuncia di Shire fa parte di un ampio…

Leggi

Porte girevoli: in 24 ore Andreas Busch da Bayer a Shire. Sarà il nuovo EVP

In 24 ore da top manager di Bayer a vice presidente esecutivo e responsabile R&S di Shire. È la vicenda professionale di Andreas Busch, capo della drug discovery della pharma tedesca, una delle testa tagliate dal pianto di ristrutturazione aziendale che ha unificato le funzioni di ricerca e sviluppo trasversalmente a tutte le BU. In Shire Busch, oltre alla cariche di vice presidente…

Leggi

Shire: produzione interna per Cinryze (angioedema) e razionalizzazione degli impianti

Dopo i problemi di approvvigionamento con l’azienda olandese Sanquin, nello scorso mese di agosto, Shire vuole internalizzare almeno il 30% di Cinryze, farmaco per l’angioedema. A questo scopo, l’azienda irlandese avrebbe intenzione di impiegare uno degli impianti di Baxalta, entrato nella sua disponibilità dopo la fusione del 2016. Shire aveva già chiesro alla FDA il permesso di produrre Cinryze in uno…

Leggi