Medical Device

GE Healthcare ha presentato la nuova piattaforma digitale per un’analisi avanzata dei dati sviluppata per le Olimpiadi invernali 2018 di Pyeongchang, in Corea del Sud. Progettato in collaborazione con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), lo strumento integra informazioni preziose, come

Paolo Suzzani è il nuovo Amministratore Delegato di B. Braun Milano SpA; in questo ruolo è anche membro del Consiglio d’Amministrazione in B. Braun Avitum Italy SpA. Suzzani succede a Luigi Boggio, che per oltre 15 anni ha guidato l’azienda.

Sono 76mila i dipendenti dell’industria dei dispositivi medici, il 36% laureati e il 44% donne. È la fotografia degli occupati del settore, che vanta un +22% di laureati rispetto alla media industriale del nostro Paese. “Le nostre imprese non solo

GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, darà il via a una collaborazione strategica a lungo termine con Roche Diagnositics, per sviluppare e lanciare insieme sul mercato soluzioni digitali per il supporto alle decisioni cliniche. Inizialmente, la collaborazione si concentrerà

Stefano Bordegnoni, 52 anni, ingegnere meccanico con ventennale esperienza nel campo automotive e automazione, assume la carica di Chief Executive Officer di Inpeco Group con l’ambizioso obiettivo di imprimere un’accelerazione al progetto di evoluzione intrapreso dal Gruppo per vincere le

Grazie a un accordo con Accenture, Roche Diagnostics amplia le potenzialità del suo software per la gestione del paziente oncologico, Navify Tumor Board, lanciato lo scorso ottobre. Dalla fine del mese scorso, infatti, il sistema che aiuta i medici ad avere

A partire dal 2 gennaio 2018, Antonio Spera è il nuovo Presidente e Amministratore Delegato di GE Healthcare Italia, divisione medicale di General Electric.  Succede a Marco De Luigi, che ha guidato l’azienda nell’ultimo anno. Nel nuovo ruolo, Spera avrà

Un parco macchine diagnostiche obsoleto quello italiano. Più del 50% delle apparecchiature di diagnostica per immagini e di elettromedicina non sono adeguate alle esigenze di pazienti e medici. Risonanze magnetiche, PET, TAC, angiografi, mammografi, ventilatori per anestesia e terapia intensiva,

Sebbene genomica, bioelettronica e intelligenza artificiale siano gli aspetti su cui puntano le aziende che sviluppano nuove tecnologie applicabili in medicina, rendere il tutto accessibile al paziente farà la differenza. E sono diverse le aziende che stanno lavorando su questo

(Reuters Health) – Nei giorni scorsi la FDA ha proposta la creazione di una nuova “corsia veloce” per commercializzare alcuni dispositivi medici, sulla scia di quanto ipotizzato per i farmaci di nuova concezione, cui verrebe concessa l’azutorizzazione dopo esito positivo

Migliorare la cura dei pazienti e ridurre i costi per gli ospedali e i sistemi sanitari sfruttando le potenzialità delle tecnologie digitali, dal Cloud all’intelligenza artificiale. È questo l’obiettivo di GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, che ha annunciato

È possibile che tenere un diario delle dosi di farmaci assunte e delle oscillazioni dello stato d’animo contribuisca a migliorare la cura della depressione? Takeda sta per scoprirlo dando vita a un progetto tecnologico basato su un’applicazione. La pharma giapponese,

Hmc premedical’, biomedicale del distretto di Mirandola che produce componenti e dispositivi medici, ha acquisito la maggioranza di ‘Medicina holdings Limited, azienda inglese leader nella nutrizione enterale, che opera da oltre vent’anni in Inghilterra, con succursali in Francia e a

Una tecnologia in grado di migliorare la qualità delle immagini ottenute durante interventi chirurgici vascolari, in grado di ridurre la dose di radiazioni erogate ai pazienti. Sono questi i principali punti di forza dell’angiografo mobile con detettore digitale messo a

“È importante che il nostro Paese torni a investire in Sanità se vuole diventare protagonista in Europa e giocare al meglio la partita, che vede Milano come hub di eccellenza nelle scienze della vita con Human Technopole ed Ema. Ci

(Reuters Health) – Gli investimenti nel settore sanitario dei fondi sovrani sono più che raddoppiati in un anno. Dai dati forniti dal Sovereign Wealth Fund Institute, infatti, gli investimenti diretti all’assistenza sanitaria nell’anno in corso ammonterebbero a 5,58 miliardi di