prezzi farmaci

(Reuters Health) – Humira di AbbVie e Rituxan di Roche sono i due farmaci in cima a un elenco di sette terapie i cui aumenti di prezzi, messi insieme, hanno determinato un incremento di 5,1 miliardi di dollari nella spesa

Il settore delle terapie contro la sclerosi multipla (SM) è esploso negli ultimi anni. Si tratta di una crescita rapida, così come è rapida la crescita dei loro prezzi. Il prezzo medio delle terapie per combattere la SM è quadruplicato

L’Assemblea mondiale della sanità ha adottato la risoluzione proposta dall’Italia insieme ad Andorra, Brasile, Egitto, Eswatini, Grecia, India, Kenya, Lussemburgo, Malesia, Malta, Portogallo, Federazione Russa, Serbia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Sri Lanka, Uganda e cosponsorizzata anche da Uruguay, Indonesia, Botswana

Divulgare i prezzi dei farmaci negli spot TV sarà sufficiente per la trasparenza richiesta dall’amministrazione Trump? Il presidente degli USA dovrebbe firmare già la prossima settimana un ordine esecutivo che obbligherà per la prima volta i produttori a rendere pubblici

(Reuters Health) – Con l’accusa di aver gonfiato i prezzi dei generici di circa 100 prodotti e di aver soffocato la concorrenza, 20 aziende farmaceutiche sarebbero indagate in 44 Stati degli USA. La denuncia, presentata venerdì scorso alla Corte distrettuale

Negli Usa sono già più di mille i farmaci che in questi primi giorni del 2019 hanno subito una aumento dei prezzi,  saliti in media del 6,3%. X Saving Solution, un’agenzia che monitora l’andamento dei prezzi dei farmaci, ha registrato

(Reuters Health) – Dopo il temporaneo blocco degli aumenti messo in atto dalle aziende farmaceutiche sotto le pressioni dell’amministrazione Trump, nel 2019 i prezzi del medicinali di circa 30 aziende farmaceutiche, negli USA, riprenderanno a crescere. Tra i produttori interessati

(Reuters Health) – Anche Roche, Bayer e Merck KGaA hanno deciso di congelare dei prezzi dei farmaci negli Usa in seguito all’intervento dell’Amministrazione Trump. Le tre case farmaceutiche europee hanno dunque fatto sapere che quest’anno non alzeranno i prezzi in

(Reuters) – Le politiche che Trump proporrà per abbassare il prezzo dei farmaci negli USA non avranno un impatto significativo sulle aziende farmaceutiche. A pensarla così sono gli esperti del settore, in attesa del discorso che il presidente americano farà

Secondo gli analisti di SSR Health – società specializzata nell’analisi di mercato nel settore healthcare – le società farmaceutiche hanno chiuso il 2017 con prezzi in ribasso e non in aumento. I prezzi netti, infatti, dopo sconti e ribassi, sono

Quando un anno fa l’appena eletto Donald Trump dichiarava il suo impegno a ridurre i prezzi dei farmaci, le azioni pharma crollavano rapidamente. L’industria temeva che la nuova Amministrazione della Casa Bianca avrebbero abbassato i prezzi in tempi molto rapidi.

(Reuters Health) – Ancora una denuncia, negli USA, per l’aumento spropositato del prezzo di alcuni farmaci. Questa volta sul banco degli imputati sono finiti gli antitumorali per via iniettabile, anche quelli più datati (che risalgono agli anni Novanta), i cui

Mentre altri farmaci hanno attualmente un ruolo da protagonisti nel dibattito statunitense sui prezzi H.P. Acthar gel di Mallinckrodt (ormone adrenocorticotropo) era scomparso dalla scena. Un nuovo studio pubblicato su JAMA questa settimana lo ha però riportato sotto i riflettori.

(Reuters Health) – L’antitrust europea sta svolgendo la sua prima indagine su prezzi dei farmaci nel Vecchio Continente. Uno stress test molto importante per saggiare la reazione del pharma anche da quest’altra parte dell’Oceano. In passato, la Commissione Europea ha

Il settore farmaceutico continua a fare utili grazie all’aumento del prezzo dei farmaci, nonostante la pressione della politica e dei consumatori. È quanto emerge da un rapporto di Credit Suisse, secondo il quale nel 2016 l’aumento netto dei prezzi avrebbe generato,

Anche i Pharmacy Benefit Manager (PBM) avrebbero le loro responsabilità nell’elevato prezzo dei farmaci in USA. Ad accusare pubblicamente le società di intermediazione tra aziende e consumatori, che contrattano sul prezzo dei medicinali, è stato stavolta Jim Meyers, vice-presidente esecutivo