Inside Business

A seguito di un anno positivo per il business della salute animale, che nel 2016 ha visto le vendite nette crescere dell’8,5% al netto degli effetti di cambio, raggiungendo 1,46 miliardi di euro, Boehringer Ingelheim ha concluso l’acquisizione di Merial

Dopo il nuovo fallimento di serelaxin, per il quale la FDA aveva già negato l’autorizzazione nel 2014, Novartis punta tutto su Entresto, la combo valsartan/sacubitril, sulla quale, in realtà, ha già investito, tanto che il CEO dell’azienda svizzera, Joe Jimenez,

Zoetis ha registrato nel Q4 un fatturato di 1,3 miliardi di dollari, in linea con le aspettative. I suoi guadagni dal mercato azionario ammontano a 232 milioni di dollari, ossia 47 centesimi per azione, in crescita del 13% annuo. La

La BU dei vaccini di Sanofi ha fatto registrare nel 2016 una crescita dell’8,8%. A guidare la classifica dei best sellers, il vaccino contro l’influenza, che ha fatto incassare a Sanofi 1,5 miliardi di Euro. Dengvaxia, il vaccino contro la

La scommessa sui vaccini di Andrew Witty, CEO uscente di GlaxoSmithKline,sta dando i suoi frutti. Nel 2016 l’unità dei vaccini è infatti cresciuta del 14%, più di quelle dei farmaci e dei prodotti da banco e di auto-medicazione, che hanno

Da 1,86 miliardi a 1,41 miliardi di dollari. Di tanto è sceso il fatturato del Prevenar, il vaccino contro lo pneumococco di Pfizer, dal quarto trimestre del 2015 allo stesso periodo del 2016. Il prodotto ha mancato le stime di

Con una crescita dei ricavi del 7% nell’ultimo trimestre del 2016 e del 6%, a 21,2 miliardi di dollari, nell’intero anno, Eli Lilly ha battuto le stime di vendita dei farmaci per il diabete e contro la disfunzione erettile. Lo

Il Q4 di Biogen è stato caratterizzato da buoni risultati rispetto alle previsioni sugli utili, ma non ha raggiunto le stime sulle entrate. Così l’azienda biotech avrà un 2017 più a rilento del previsto, con il farmaco per l’atrofia muscolare

Anche se ha venduto un maggiore volume di farmaci, Novartis ha chiuso debolmente il 2016. La pressione sui prezzi negli USA ha determinato una riduzione complessiva del costo dei farmaci pari al 2%. E secondo il CEO Joe Jimenez la

Più del mercato farmaceutico di Giappone e Cina del 2014 e pari a un quarto del mercato americano dello stesso anno. A tanto arriveranno le vendite dei primi 15 antitumorali nel 2022. A stimarlo è stata QintilesIMS, che ha valutato

Celgene ha buoni propositi per il 2017. Rispetto all’anno appena trascorso, durante il quale ha visto già crescere il suo fatturato del 22% in confronto al 2015, l’azienda biotech americana punta a un incremento anche nel 2017, per arrivare a

Il 2016 si era concluso con una flessione alle previsioni e il forecast 2017 annuncia una crescita single digit. È dunque conservativa la proiezione di Brent Saunders, CEO di Allergan. Il segno positivo, secondo il top manager, dovrebbe arrivare dal lancio di

I paradigmi cambiano quando emergono domande alle quali i vecchi parametri non sanno dare una risposta. Market access è diventato un termine di moda poiché l’accesso ai mercati è un ostacolo significativo all’utilizzo del prodotto nella stessa misura in cui

Menarini acquisisce la tecnologia CellSearch CTC da Janssen Diagnostics. L’obiettivo è ampliare la tecnologia DEPArray – fiore all’occhiello di Menarini Silicon Biosystems per la diagnosi oncologica, realizzata da ricercatori italiani – per renderla più rapida e ancora più efficace. La

Per la prima volta, dopo anni, i numeri delle previsioni di Eli Lilly sono superiori a quelli delle stime di Wall Street. Secondo il forecast dall’azienda americana, i guadagni dovrebbero assestarsi tra i 21,8 e i 22,3 miliardi di dollari, circa

L’accordo tra Sanofi e Actelion potrebbe essere ufficializzato già questa settimana. Il prezzo delle azioni dell’azienda svizzera è stato fissato a 275 dollari; un valore che porterebbe l’importo complessivo della vendita a quasi 30 miliardi di dollari. Ad avanzare indiscrezioni