Attualità

(Reuters Health) – Uno studio clinico di fase avanzata ha evidenziato che il cocktail formato da tre farmaci di Roche – Tecentriq, Cotellic e Zelboraf –  determina un prolungamento della sopravvivenza libera da progressione nei pazienti con melanoma avanzato positivi

(Reuters Health) – La FDA ha concesso ieri l’approvazione rapida al secondo trattamento di Sarepta Therapeutics per la distrofia muscolare di Duchenne (DMD). Le azioni della società sono così aumentate di circa il 28%, arrivando a 129 dollari. Ad agosto,

Con decreto del Ministro della Salute dell’11 dicembre 2019, Renato Massimi è stato nominato sostituto del Direttore Generale dell’AIFA nelle more dell’espletamento della procedura di nomina del nuovo Direttore Generale dell’AIFA. Lo rende noto Aifa in una nota. Il Presidente

AbbVie ha annunciato oggi che l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato la rimborsabilità in Italia di Venclyxto (venetoclax) più rituximab per il trattamento dei pazienti affetti da leucemia linfatica cronica recidivante/refrattaria (LLC r/r), che hanno ricevuto almeno una terapia

Da oggi per neoplasie frequenti come quelle del polmone e dell’urotelio e per tumori difficili da trattare come il melanoma e il linfoma di Hodgkin classico refrattario o recidivato, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità di pembrolizumab di MSD,

Novo Nordisk ha scelto di unirsi ad Unicef in una collaborazione triennale per porre fine all’obesità infantile. I due partner hanno in programma di condurre ricerche globali per condividere informazioni e pianificare strategie efficaci per combattere questa patologia, avviando nel

Roche protagonista al San Antonio Breast Cancer Symposium, in corso in questi giorni in Texas. La pharma di Basilea ha presentato gli aggiornamenti relativi agli studi APHINITY e FeDeriCa. I dati dello studio APHINITY si riferiscono al follow up di

(Reuters Health) – Con una media di 16,4 mesi senza progressione della malattia, la somministrazione di trastuzumab deruxtecan (noto anche con la sigla DS-8201) è risultata efficace nelle donne con tumore del seno metastatico che hanno esaurito gli altri trattamenti

(Reuters Health) – L’inibitore dell’interleuchina-17 (IL-17) ixekizumab, commercializzato da Eli Lilly come Taltz, migliora in modo significativo segni e sintomi della spondiloartrite assiale non radiografica. È il risultato dello studio clinico di fase III COAST-X, precedentemente riportato all’incontro annuale dell’American

La terapia CAR-T mirata al BCMA di Janssen ha eliminato i tumori nel 69% dei pazienti con mieloma multiplo avanzato in uno studio di fase 1 di piccole dimensioni. Il trattamento, che ha anche ridotto i tumori in tutti e

Dalle grandi aziende alle biotech specializzate: non c’è praticamente realtà del mondo farmaceutico che non sia interessata alla messa a punto di terapie contro la NASH. “Tutto questo ha un senso”, dice Tarek Hassanein, professore di medicina e direttore dei

(Reuters Health) – Al meeting annuale della Società Americana di Ematologia, bluebird bio e Bristol-Myers Squibb hanno diffuso risultati incoraggianti di uno studio di fase iniziale relativo a bb21217, terapia sperimentale per il mieloma multiplo in pazienti che non hanno

(Reuters Health) – MSD acquisisce, per 2,7 miliardi di dollari, la biotech americana ArQule, specializzata nella scoperta e nello sviluppo di inibitori della chinasi da impiegare nelle terapie oncologiche. La mossa di MSD conferma un trend in atto, che vede

(Reuters Health) – Sanofi metterà fine alle sue ricerche nel settore del diabete e delle malattie cardiovascolari nell’ambito di un rinnovamento che contempla anche la riduzione del numero delle Business Unit, allo scopo di sostenere la crescita e il profitto.

Al Congresso della American Society of Hematology (ASH) bluebird bio ha annunciato i risultati aggiornati a lungo termine dello studio di Fase 1/2 Northstar (HGB-204), ormai concluso, e i nuovi dati degli studi di Fase 3 Northstar-2 (HGB-207) e Northstar-3

Tra i pazienti che avevano ricevuto Yescarta almeno tre anni fa, quasi la metà, il 47%, era ancora in vita dopo un follow-up mediano di 39,1 mesi. La buona notizia arriva dal meeting dell’American Society of Hematology (ASH), dove Gilead