Attualità

Dei pazienti trattati con Mavenclad di Merck KGaA durante i due anni dello studio Clarity, con il gruppo placebo introdotto nel prolungamento dello studio, il 75% è rimasto stabile o è migliorato dal punto di vista della disabilità. Tra coloro

(Reuters Health) – L’anticorpo monoclonale mirikizumab – messo a punto da Eli Lilly – che blocca l’interleuchina 23 (IL23) legandosi alla subunità p19 della molecola, è efficace nell’indurre remissione clinica e un miglioramento a livello di parametri endoscopici nei pazienti

I pazienti con forma progressiva primaria di sclerosi multipla che hanno assunto Ocrevus per 6,5 anni hanno visto infatti diminuire del 42% il rischio di aver bisogno di una sedia a rotelle. Questi i risultati che emergono da un’analisi post

(Reuters Health) – Lundbeck acquisisce la statunitense Alder BioPharmaceuticals con un’operazione del valore di quasi due miliardi di dollari. In base all’accordo, che dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno, Lundbeck acquisterà le azioni di Alder con un pagamento anticipato di

(Reuters Health) – La FDA ha concesso a Farxiga di AstraZeneca la priority review per la riduzione del rischio di attacchi cardiaci fatali nei pazienti adulti con ridotta frazione di eiezione (HFrEF) e in quelli con frazione di eiezione ventricolare

L’Abramson Cancer Center dell‘Università della Pennsylvania ha il merito di aver sviluppato il trattamento oncologico CAR-T che alla fine ha dato origine a Kymriah di Novartis. Si tratta di una terapia personalizzata contro alcuni tumori del sangue basata su cellule

(Reuters Health) – Ok della FDA all’idrossiprogesterone caproato di Aspen nella prevenzione dei parti pre-termine. A dichiararlo è stato ieri il CEO dell’azienda sudafricana. Aspen, che opera in circa 56 paesi, ha sempre puntato agli USA per la crescita dei

Dal Congresso annuale di Stoccolma del Comitato europeo per il trattamento e la ricerca nella sclerosi multipla (ECTRIMS) arrivano ottime notizie per Mayzent, il farmaco che Novartis ha messo a punto contro la sclerosi multipla progressiva secondaria (SPMS). In un’analisi

Dai risultati preliminari di due studi di fase I è emerso che i vaccini in sperimentazione di Moderna a base di mRNA, mRNA-1647 e mRNA-1944, sono efficaci nell’aumentare gli anticorpi contro, rispettivamente, il citomegalovirus (CMV) e l’infezione da chikungunya. Il

Pfizer sta pianificando la creazione di una rete multinazionale di centri di ricerca digitali, focalizzati su intelligenza artificiale e big data, che possa dare supporto all’attività di sviluppo di medicinali e vaccini. Il progetto partirà dalla città greca di Salonicco,

Jazz Pharmaceuticals plc (Nasdaq: JAZZ) ha annunciato oggi che CPX-351 (daunorubicina e citarabina) 44 mg / 100 mg polvere concentrata per soluzione per infusione è ora disponibile in Italia come trattamento per adulti con diagnosi di leucemia mieloide acuta correlata alla

Il campo della sclerosi multipla è diventato sempre più competitivo negli ultimi anni, ma ora Biogen ha illustrato dati che ritiene possano dare al suo consolidato Tecfidera un vantaggio che i nuovi rivali non possono eguagliare. In occasione della conferenza

Testare la capacità dell’Apple Watch di monitorare la salute cardiovascolare e la mobilità, i cambiamenti a livello dell’udito e salute e fertilità delle donne. È questo l’obiettivo di tre studi che l’azienda di Cupertino ha in programma di lanciare e

(Reuters Health) – La FDA ha concesso a tepotinib, il farmaco contro il tumore del polmone di Merck KGgaA, la designazione di ‘breakthrough therapy’. Si tratta del terzo farmaco contro un sottotipo raro e aggressivo del carcinoma polmonare a ricevere

GSK è pronta ad acquisire Sitari, una startup biotech focalizzata sullo sviluppo pre-clinico di terapie per il trattamento della celiachia. GSK e Avalon si sono unite nel 2013 per fondare questa startup, che ha raccolto 10 milioni di dollari in

(Reuters Health) – Nelle persone con sclerosi multipla recidivante ozanimod, di Celgene, è in grado di ridurre il rischio di recidiva rispetto all’interferone beta-1a. È quanto hanno mostrato due studi di fase III, SUNBEAM e RADIANCE, pubblicati da Lancet Neurology.