Ema

Il Comune di Milano ha deciso di ricorrere alla Corte dei Conti europea contro l’assegnazione all’Olanda della sede Ema. Lo ha annunciato il sindaco, Beppe Sala, rendendo pubblici i documenti – ottenuti in seguito alla richiesta di accesso agli atti

Il Segretariato generale della Commissione Ue ha comunicato che risponderà entro 15 giorni alla richiesta avanzata dal sindaco di Milano Giuseppe Sala. L’obiettivo è quello di acquisire informazioni su quanto proposto originariamente dall’Olanda per la sede dell’Ema nella sua candidatura

Prosegue la disputa per l’assegnazione della sede dell’Ema ad Amsterdam per il dopo Brexit. Dopo il ricorso ufficiale presentato dall’Italia, il prossimo 22 febbraio sarà una prima giornata ‘chiave’ per la valutazione della decisione presa. Quel giorno, infatti, una delegazione

Partiranno questa settimana le richieste legali per l’accesso agli atti della Commissione Ue sull’Ema e per una petizione e audizione all’Europarlamento del Comune di Milano, annunciati dal sindaco Sala. Al momento, comunque, da Lussemburgo non è ancora stata comunicata nessuna

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha chiesto ai legali del Comune di preparare un accesso agli atti, indirizzato alla Commissione europea, e una richiesta al Parlamento europeo per essere audito. ” “Ho chiesto ai nostri legali di preparare due

Il Comune di Milano ha presentato alla Corte di giustizia Ue la richiesta per sospendere il trasferimento dell’Ema da Londra ad Amsterdam. È stato infatti presentato, oltre al ricorso principale, anche un ulteriore procedimento motivato dall’urgenza della situazione e per prevenire un

Emergono nuovi dubbi sull’assegnazione della nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco ad Amsterdam per il dopo Brexit. Dopo il ricorso ufficiale presentato la scorsa settimana dal governo italiano, nuovi scenari continuano ad alimentare le polemiche. Secondo quanto riportato nei giorni

La partita per aggiudicarsi l’Agenzia europea per i medicinali “non è chiusa, ha fatto bene il governo, insieme alla Regione e alla città di Milano a fare richiesta al Parlamento”. Lo afferma il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, a margine

I ritardi si accumulano e Amsterdam non sembra più in grado di garantire un trasloco indolore dell’Ema. E si palesa anche lo spettro di costi supplementari. A lanciare l’allarme è il direttore esecutivo dell’agenzia regolatoria europea, Guido Rasi.  In una

Un mese di gennaio ricco di novità per il panorama farmaceutico europeo. In particolare, il settore del diabete raccoglie tra pareri positivi dal CHMP per l’immissione in commercio di Segluromet (ertugliflozin/metformina), Steglatro (ertugliflozin) e Steglujan (ertugliflozin/sitagliptin). Novità anche nel settore

92 – 35- 6. Non si tratta di un terno da giocare al Lotto, ma dei numeri che sintetizzano la macro-attività di Ema nel 2017. L’ente regolatorio europeo ha dato infatti 92 opinioni positive alle domande di approvazione presentate, il

Mentre i ritardi denunciati in questi giorni sulla stampa in riferimento alla disponibilità della nuova sede Ema di Amsterdam stanno alimentando le speranze dell’Italia su una possibile rivincita a tavolino di Milano, l’Ema e il Governo olandese stanno già lavorando

“In queste ore stiamo avendo alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles sul fatto che Amsterdam non sarebbe in grado di garantire la riallocazione di Ema con il personale nella sede definitiva prima del maggio 2020. Se il ritardo di un

Amsterdam sarebbe in ritardo con l’allestimento della nuova sede dell’Ema. Secondo alcuni organi di stampa olandese, l’agenzia europea dei medicinali rischia di non avere a disposizione locali, anche provvisori, per marzo 2019. E da Bruxelles arriva un grido d’allarme bipartizan.

Il comitato per i medicinali per uso veterinario (CVMP) dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha approvato la prima guida per le terapie per l’uso degli anticorpi monoclonali nella medicina veterinaria. Ne dà notizia il sito dell’EMA. La guida è

La scelta – o meglio, la designazione al sorteggio – di Amsterdam quale nuova sede dell’Ema  segna la fine di un periodo di incertezza e di turbolenze per il regolatore europeo dei farmaci. A settembre l’agenzia aveva reso noto un sondaggio