Abbvie

(Reuters Health) – I pazienti con leucemia linfocitica cronica che vanno incontro a recidiva, quando vengono trattati con Venclexta (AbbVie) in associazione con Rituxan (Roche), fanno registrare una sopravvivenza libera da malattia più lunga rispetto alla combo Rituxan/Treanda (Teva). A

Nonostante la concorrenza dei biosimilari, il top selling Humira tiene e AbbVie porta a casa un Q3 di tutto rispetto. I ricavi sono aumentati del 9% circa nel corso del trimestre, attestandosi a 7 miliardi di dollari, in gran parte

(Reuters Health) – Sulla scia del successo che sta ottenendo in campo oncologico, AbbVie punta sull’immmunoterapia per la Malattia di Alzheimer e stringe un accordo da oltre 200 milioni di dollari con la biotech Alector per lo studio e lo

(Reuters Health) – Amgen e AbbVie hanno raggiunto un accordo per ritardare al 2023 il lancio negli USA del biosimilare di adalimumab (Humira), il blockbuster di AbbVie per il trattamento dell’artrite reumatoide. Mentre in Europa il biosimilare di Amgen arriverà

Di fronte alle pesanti critiche espresse dagli analisti di Leerink in seguito al rapporto dei suoi dirigenti – che prendeva in esame la possibilità di rivedere l’impegno di limitare l’aumento dei prezzi dei farmaci – AbbVie ha ribadito martedì che

L’AIFA ha approvato la rimborsabilità in Italia di Venclyxto (venetoclax) di AbbVie in monoterapia orale per il trattamento della leucemia linfatica cronica. Venetoclax, il primo inibitore selettivo della proteina BCL-2, è in grado di attivare l’apoptosi delle cellule tumorali, incluse

(Reuters Health) – La U.S. Food and Drug Administration ha approvato il farmaco di Abbvie Maviret (glecaprevir e pibrentasvir) per  il trattamento dell’epatite C. L’autorizzazione dell’ente regolatorio statunitense arriva una settimana dopo l’ok della Commissione Europea.Maviret interviene sui genotipi da

(Reuters Health) – La Commissione Europea ha dato l’ok alla commercializzazione di Maviret per il trattamento delle sei principali forme di epatite C. L’approvazione del farmaco è stata supportata da otto studi che hanno coinvolto oltre 2.300 pazienti in 27

Mario Melazzini, Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), ha visitato oggi lo stabilimento di Campoverde di Aprilia (LT) di AbbVie. “Considero fondamentale, nel mio ruolo di Direttore Generale di AIFA, la conoscenza diretta di quanto sul nostro territorio le

Fabrizio Greco, Vice Presidente e Amministratore Delegato di AbbVie Italia, è stato nominato presidente dello IAPG – Italian American Pharmaceutical Group – che riunisce le aziende farmaceutiche italiane a capitale americano ed è inoltre una delle componenti di Farmindustria. In

Il CHMP dell’ EMA ha espresso parere favorevole per l’autorizzazione all’immissione in commercio di Maviret (glecaprevir/pibrentasvir),  un trattamento sperimentale pangenotipico per soggetti adulti affetti da infezione cronica da virus dell’epatite C (HCV) messo a punto da AbbVie. Se approvato, Maviret

AbbVie sale sul podio come azienda con la miglior reputazione. A decretare il successo della multinazionale americana è una ricerca internazionale condotta dal Reputation Institute di Boston in otto mercati chiave: Brasile, Canada, Francia, Italia, Germania, Spagna Gran Bretagna e

Per Humira, il farmaco di AbbVie per l’artrite reumatoide, è ormai tempo di confronti con i  biosimilari. Ma secondo gli analisti – e in particolare secondo Jami Rubin di Goldman Sachs – gli investitori non dovrebbero essere preoccupati, prima di

(Reuters Health) – Veliparib – il candidato oncologico di AbbVie – non è riuscito a raggiungere gli obiettivi principali in due studi in fase avanzata. Lo ha reso noto la stessa azienda. Gli studi hanno valutato l’efficacia di veliparib in

Abbassare il prezzo. È questa la richiesta giunta ad AbbVie dall’Institute for Clinical and Economic Review (ICER) – l’organo di controllo finanziario ed economico della spesa sanitaria degli USA – per il suo farmaco contro l’artrite reumatoide, Humira. Un fatto

Con 20,97 milioni di dollari guadagnati nel 2016, Richard Gonzalez, CEO di AbbVie, si conferma il top manager più pagato delle aziende biotech. E addirittura incrementa le entrate rispetto al 2015, in cui aveva guadagnato ‘appena’ 20,81 milioni di dollari.