Novartis, Q4 positivo. Vas Narasimhan: in crescita fino al 2025

Condividi:
Share

(Reuters) – Un Q4 2020 positivo per Novartis, anche se le vendite e i profitti si sono attestati a livelli leggermente inferiori di quelli previsti dagli analisti.

Una flessione – ha spiegato la casa farmaceutica svizzera – dovuta agli effetti della pandemia sulle vendite dei farmaci delle linee oftalmica e dermatologica. Anche Sandoz, l’azienda Novartis focalizzata sui generici, ha risentito della situazione.

L’utile netto principale negli ultimi tre mesi del 2020 è aumentato del 3%, attestandosi a 3,03 miliardi di dollari, rispetto alla previsione media di 3,15 miliardi di dollari fatta dagli analisti di Refinitiv. Le vendite sono aumentate dell’1%, raggiungendo i 12,77 miliardi di dollari contro le stime di 12,88 miliardi di dollari

“Novartis ha fornito una solida performance nel 2020 in tutte le nostre priorità strategiche nonostante le difficoltà dovute alla pandemia di COVID-19”, ha affermato in una dichiarazione il CEO Vas Narasimhan. “Guardando al futuro, siamo fiduciosi che i progressi strategici che abbiamo fatto si tradurranno in una crescita dei ricavi e dei profitti fino al 2025”.

L’attività in Cina della casa farmaceutica elvetica nell’ultimo trimestre 2020 ha portato a un aumento delle vendite del 14%, arrivando a 659 milioni di dollari. Novartis prevede di raddoppiare le vendite entro il 2024.

La pharma di Basilea ha proposto di aumentare il dividendo dell’1,7% (3 franchi svizzeri per azione). Per il prossimo anno, le vendite nette dovrebbero crescere a un tasso percentuale a una cifra da bassa a media. L’utile operativo di base è previsto invece in crescita con percentuale a una cifra media.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento