Farmindustria alla Ministra Grillo: “Pronti al dialogo per rivedere Governance”

14 Giugno, 2018 nessun commento


Condividi:
Share

Si sono succeduti tre Governi prima che Beatrice Lorenzin dovesse cedere lo scettro di Ministro della Salute. Anni che, seppur sempre turbolenti, erano serviti a perseguire una certa linea di lavoro, garantendo una sorta di continuità progettuale, fondamentale per l’industria del Pharma ai fini della realizzazione di piani industriali e di crescita. E ora che la palla è passata alla pentastellata Giulia Grillo non tarda ad arrivare l’appello di Farmindustria, che ha vissuto questo “cambio poltrona” proprio a una passa della tanto ambita realizzazione di una nuova Governance. “Chiediamo di rivedere la Governance farmaceutica”, afferma Massimo Scaccabarozzi, oggi durante un incontro con la stampa a Roma. “Oggi noi siamo l’unica spesa dello Stato che è sottoposta a un tetto così limitativo: siamo l’unica spesa della quale lo Stato è già a conoscenza a inizio anno. Il tetto di spesa – che dobbiamo ripianare in caso di eccedenza – è stato introdotto negli anni della crisi ed è stato via via abbassato. Oggi non è adeguato. Chiediamo, almeno, che ci sia una governance farmaceutica che preveda che i ripiani siano più equi. Oggi ci sono aziende che vengono chiamate a ripianare anche 130 mln di euro all’anno. Questo sistema di governance è molto complicato, e noi chiediamo una semplificazione, semplificazione dei processi di pay-back, dei contratti di cost-sharing, risk-sharing, payment by result e così via”.

L’invito dell’industria al Governo a collaborare è chiaro: “Siamo pronti al dialogo – afferma Scaccabarozzi – Non crediamo nei pregiudici e abbiamo molti argomenti da per portare avanti sul valore della ricerca”.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*