Roche nuovo competitor nell’emofilia?

18 aprile, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Emicizumab (Roche) per il trattamento dell’emofilia A ha mostrato risultati provvisori positivi in uno studio di fase III sui bambini con inibitori del fattore di coagulazione VIII. Roche spera di guadagnarsi una fetta del mercato da 11 miliardi di dollari l’anno del farmaco per l’emofilia, conosciuto anche come ACE910, concepito per competere con trattamenti più tradizionali di Novo Nordisk e Shire. Il farmaco è monitorato molto da vicino poiché potrebbe cambiare il modo in cui viene trattata la malattia. “In questa analisi provvisoria dopo una mediana di 12 settimane di trattamento, la profilassi con emicizumab ha mostrato una riduzione clinicamente significativa nel numero di sanguinamenti ”, ha dichiarato Roche in un comunicato. L’azienda ha aggiunto che il trattamento dell’emofilia A con inibitori del fattore VIII è particolarmente difficile per i bambini e i loro medici, poiché il sanguinamento è difficile da controllare e gli attuali trattamenti richiedono frequenti infusioni intravenose. EmiciA dicembre, Roche aveva pubblicato dati incoraggianti sul farmaco provenienti da uno studio di fase III sugli adulti.

Fonte: Reuters Health News

(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Daily Health Industry)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*