Brexit: servizio sanitario britannico a rischio personale

16 novembre, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – Più che la mancanza di fondi, la sfida più grande che il servizio sanitario britannico dovrà fronteggiare a breve, secondo alcuni esperti, è la mancanza di personale, con una carenza di 350mila unità entro il 2030.

La situazione si sta deteriorando anche a causa delle politiche restrittive sull’immigrazione, esacerbate dalla Brexit, così come a causa dell’elevato numero di medici e infermieri che lasciano il lavoro e che non sempre vengono rimpiazzati.

Secondo il King’s Fund, Nuffield Trust and Health Foundation, l’attuale carenza di personale è già intorno a 100mila dipendenti e il divario potrebbe arrivare a quasi 250mila entro il 2030. “Ma se il personale che lascia non viene rimpiazzato, il divario potrebbe aumentare fino a 350mila”, dicono gli esperti.

Il Governo ha promesso un aumento di 26,6 miliardi di dollari l’anno per il servizio sanitario, ma la carenza di personale, secondo gli esperti, si manterrà in maniera sostanziale.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*