Moderna: con dose booster, tassi infezione da variante Omicron dieci volte inferiori

Condividi:
Share

(Reuters) – Due dosi di vaccino Moderna avrebbero un’attività neutralizzante “sostanzialmente bassa” contro la variante Omicron del coronavirus, ma una dose booster ne aumenterebbe notevolmente l’attività protettiva. A dichiararlo è stato Anthony Fauci, del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, in un briefing alla Casa Bianca.

Dai primi dati è emerso che la variante Omicron è più trasmissibile di Delta, come ha sottolineato, durante lo stesso incontro, Rochelle Walensky, direttore dei CDC americani, secondo la quale “Omicron sembra riuscire a raddoppiarsi in circa due giorni”.

La variante è stata ormai rilevata in almeno 36 stati americani e la percentuale di casi negli USA, secondo gli esperti, continuerà a crescere nelle prossime settimane. Secondo Walensky, però, mentre si vedono aumentare i casi di COVID-19 tra i residenti delle case di cura con un ciclo completo di vaccinazione, tra coloro che hanno ricevuto la dose booster il tasso di infezione sarebbe di dieci volte inferiore.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022