Vencerx (malattie neurologiche rare): ex Pfizer nuovo CEO

3 aprile, 2017 nessun commento


Nuovo CEO per Vencerx Therapeutics, la piccola biotech con sede a New York specializzata in malattie neurologiche rare, come la sindrome dell’X fragile. A prendere il timone sarà un esperto proprio in neuroscienze, Robert Ring, che porterà in suo know how nel campo del sistema nervoso centrale, maturato in Pfizer, Wyeth e Autism Speacks, per metterla al servizio di sviluppo, ricerca traslazionale e gruppi di sostegno. Fondata nel 2015, Vencerx Therapeutics sta lavorando sulla sindrome dell’X fragile, una malattia genetica causata da una mutazione della struttura del DNA a livello del cromosoma X. Questa mutazione può causare diversi problemi a livello di sviluppo sia fisico che comportamentale. Attualmente non ci sono trattamenti per questa malattia, anche se la ricerca va avanti da vent’anni. Gli studi, in realtà, hanno subito una battuta d’arresto nel 2014 quando Roche dichiarò che RG7090, la sua terapia per la sindrome, non era riuscita a raggiungere gli obiettivi primari e secondari, portando l’azienda svizzera a chiudere il programma. A questo hanno fatto seguito flop simili da parte di Seaside e di Novartis e più recentemente di Alcobra, il cui farmaco ha mancato l’endpoint primario nella sindrome dell’X fragile, dopo aver fallito gli obiettivi per il trattamento della ADHD nel 2015. Chiaramente Vencerx spera di avere più fortuna, mentre punta a svelare la sua pipeline “nei prossimi mesi”. Ring ha anche diretto l’Unità dedicata all’autismo di Pfizer che si è concentrata sullo sviluppo di farmaci per l’autismo e disordini neurologici dello sviluppo simili, come la sindrome dell’X fragile

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*