Vaccini COVID: il gruppo italiano Reithera pronto a scendere in campo

Condividi:
Share

Il gruppo biotech italiano Reithera è pronto a scendere in campo con la produzione di vaccini mRna, mentre prosegue e conta di chiudere dopo l’estate la fase 3 della sperimentazione del vaccino di tipo adenovirus.

Reithera propone la propria collaborazione sottolineando che “parallelamente allo sviluppo del vaccino GRAd-COV2 e nel quadro di uno sforzo stimolato e sostenuto anche dal Governo Italiano affinché sia più ampia e solida la capacita produttiva di vaccini nel nostro paese, il gruppo può mettere a disposizione il proprio know how e la propria capacità produttiva per rispondere positivamente ad eventuali richieste di produzione di uno dei vaccini Covid-19 già approvati (di tipo mRna e adenovirus) e distribuiti anche in Italia, sia nel sito di Castel Romano sia attraverso collaborazioni esterne, cosi come già fa da tempo per altri vaccini”.

E dal Ministero dello Sviluppo Economico sottolineano che si sta verificando anche il progetto di Reithera per valutarne la coerenza con le procedure e gli indirizzi del governo sulla produzione dei vaccini. Al momento nessuna decisione è stata presa.

A testimonianza del “forte impegno nello sviluppo del proprio vaccino GRAd-COV2″, Reithera ricorda di aver investito, già dal 2020, nell’espansione della officina farmaceutica di Castel Romano attraverso la realizzazione di una nuova area di produzione su larga scala equipaggiata con bioreattori con una capacità complessiva di 3000 litri con un potenziale produttivo annuo tra 50 e 100 milioni di dosi”.

Ed il gruppo biotech conferma di essere “fortemente impegnato nella fase 2-3 della sperimentazione clinica, avviata lo scorso mese, del vaccino GRAd-COV2 contro COVID-19 e, se la sperimentazione procederà secondo i piani, si stima di portarla a termine dopo l’estate”.

Notizie correlate

Lascia un commento