Teva: bene studio late stage su fremanezumab (cefalea)

1 giugno, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Teva  ha annunciato che il suo farmaco sperimentale per prevenire l’emicrania ha concluso positivamente il late-stage di uno studio, aprendo così la strada ad una richiesta di autorizzazione negli Stati Uniti entro la fine di quest’anno. L’azienda israeliana ha dichiarato che i risultati di fase 3 mostrano che i pazienti trattati con fremanezumab  hanno registrato una riduzione statisticamente significativa del numero di giorni mensili di cefalea sia con i regimi di dosaggio mensili che trimestrali. Teva si unisce così ad aziende come Amgen, Eli Lilly e Alder BioPharmaceuticals  che stanno sviluppando farmaci simili aventi come target CGRP, una proteina coinvolta nel segnale del dolore durante gli episodi di emicrania.

 Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*