Valeant: da FDA stop a Duobril (psoriasi a placche)

(Reuters Health) – Dubbi sui dati rispetto alla farmacocinetica: è questa la motivazione con la quale la FDA ha respinto al mittente la richiesta di approvazione di Duobril, il farmaco composto da halobetasolo propionato e tazarotene e messo a punto da Valeant per il trattamento della psoriasi a placche. Nessun problema, dunque a livello di sicurezza o efficacia del trattamento,…

Leggi

Valeant: taglio netto allo stipendio del CEO Papa

E’ stata una scelta mirata alla riconquista della fiducia degli azionisti quella di Valeant di ridurre i bonus al CEO, Joseph Papa. Dopo aver raccolto 62,7 milioni di dollari nel 2016, Papa ha visto un taglio netto dello stipendio, con un accumulo complessivo di soli 4,9 milioni di dollari lo scorso anno. Una differenza dovuta principalmente ai mancati 42 milioni…

Leggi

Valeant: flop di Addyi, la “pillola rosa”. Torna ai vecchi proprietari

(Reuters Health) – Finiscono i sogni di gloria di Addyi, la pillola per la libido femminile entrata nel portafoglio di Valeant due anni fa con l’acquisizione di Sprout Pharmaceuticals. Sembrava avviata a riprodurre le gesta della famosa “pillola blu” di Pfizer,  destinata a un potenziale mercato da due miliardi di dollari, ma i risultati di vendita sono stati disastrosi. Approvata…

Leggi

Valeant cede Obagi Medical per 190 milioni di dollari a fondo d’investimento

A distanza di un anno dalla sua messa in vendita, è arrivata l’offerta giusta per Obagi Medical Products, la divisione dermatologica di Valeant. Il fondo di investimento Haitong International Zhonghua Finance Acquisition Fund I ha offerto 190 milioni di dollari e Valeant ha giudicato congrua l’offerta. La multinazionale canadese aveva acquistato l’azienda dermatologica nel 2013. La sua rapida messa in…

Leggi

Valeant mette in vendita Bausch & Lomb. Allergan alla porta?

Vendere Bausch&Lomb per sanare i debiti. È la strategia che Valeant Pharmaceuticals sta ipotizzando per fare cassa cedendo alla tedesca Carl Zeiss Meditec la sua divisione di prodotti per la chirurgia oculare. L’accordo prevedrebbe una vendita per 2 miliardi di dollari: una somma che potrebbe chiudere definitivamente per almeno 2 anni una lista di questioni economiche aperte che Valeant ha…

Leggi

Valeant: Q1 sotto le stime, ma fiducia nel mercato

Nonostante abbia chiuso il primo trimestre leggermente al di sotto delle stime, Valeant ha fiducia nel mercato. Secondo i dati relativi al primo trimestre rilasciati dall’azienda canadese, i ricavi sono stati di 2,11 miliardi di dollari, al di sotto delle stime di FactSet (2,19 miliardi di dollari). Ma Valeant è convinta che le cose andranno sempre meglio, tanto da aumentare…

Leggi

Valeant, per iNova il prezzo non è giusto

Vendere o non vendere. Valeant sta pensando di chiudere il processo di cessione di iNova, l’azienda sussidiaria australiana del Gruppo, a fronte delle 3 offerte ricevute, che sono al di sotto delle aspettative. A guidare la trattativa è stato finora il gruppo Goldman Sachs. Le quote messa sul tavolo dai potenziali acquirenti – tra cui Mundipharma, Stada e il gruppo…

Leggi

Valeant: fondo di investimento lascia e crollano le azioni in Borsa

Crollo in Borsa per Valeant Pharmaceuticals, dopo la vendita del pacchetto azionario e l’uscita dal board di Bill Ackman, proprietario di Pershing Square Capital Management. Il gruppo deteneva di 27,2 milioni di azioni, per un valore di 300 milioni di dollari. Alla notizia dell’uscita dall’azienda, le azioni di Valeant hanno subito un crollo verticale, arrivando al prezzo nominale di 12,11…

Leggi

Psoriasi a placche: ok da FDA a Siliq (Valeant)

La FDA, l’agenzia ha approvato brodalumab (Siliq, Valeant) per il trattamento, nei pazienti adulti e in via iniettiva, delle forme moderate e gravi di psoriasi a placche, che non rispondono alle altre terapie sistemiche o alla fototerapia. L’efficacia e la sicurezza del farmaco è stata valutata in tre studi clinici controllati, per un totale di 4.373 persone. L’FDA ha ritenuto opportuno inserire…

Leggi

Acquisizioni: salta accordo Takeda-Valeant per Salix

Salta all’ultimo minuto l’accordo tra Takeda e Valeant per acquisire Salix, l’unità specializzata nel settore gastrointestinale dell’azienda canadese. Secondo quanto riportato del Wall Street Journal, tra le altre motivazioni ci sarebbe un disaccordo sul prezzo: giudicata bassa l’offerta di 10 miliardi di dollari presentata da Takeda. Per Valeant, nel frattempo, prosegue il periodo negativo, con risultati sotto le aspettative che aggravano…

Leggi

Valeant, ancora voci di dismissioni. A Takeda la BU gastrointestinale?

Continuano a susseguirsi voci su probabili dismissioni di alcune BU di Valeant. A meno di 24 ore dalle indiscrezioni che volevano Takeda interessata all’unità del settore gastrointestinale dell’azienda canadese, Salix, Il Wall Street Journal riporta che la società canadese sarebbe anche interessata a vendere il business della chirurgia oculare. Secondo il quotidiano newyorkese, il portfolio degli strumenti – che Valeant…

Leggi

FDA: ok da panel a brodalumab (Valeant), ma l’azienda dovrà monitorare il rischio-suicidio

(Reuters Health) -Il panel di esperti di FDA ha dato via libera al farmaco contro la psoriasi prodotto da Valeant Pharmaceuticals, brodalumab, alla precisa condizione che l’azienda metta in atto delle misure per ridurre il rischio di suicidio, uno degli effetti collaterali evidenziati durante la sperimentazione. Durante i trials clinici su brodalumab si sono sei casi di suicidio: quattro negli…

Leggi

Valeant: delude Xifaxan, ma si prepara la riscossa

Xifaxan (Rifaximina) non è l’unico dei prodotti di Valeant a deludere le attese, ma sicuramente è unica la ragione della sua ridotta performance. Secondo il CEO di Valeant Joseph Papa, infatti, il crollo osservato è da imputare a una “interruzione della forza vendite” nel corso degli ultimi 12 mesi, ovvero dal momento dell’acquisizione del prodotto da Salix Pharmaceuticals. L’azienda sta…

Leggi

Valeant, dismissioni in vista?

Sembra che Valeant stia valutando la cessione di Amoun Pharma. A sostenerlo fonti di Bloomberg secondo le quali la casa farmaceutica egiziana, che Valeant aveva acquistato nel luglio 2015 per 800 milioni di dollari, potrebbe essere presto acquisita da altre pharma interessate al mercato medio-orientale. Alla base della scelta l’esigenza della Valeant di raccogliere denaro per tamponare il debito a…

Leggi