Roche

(Reuters Health) – I primi risultati dello studio di fase III IMpower 33 lasciano ben sperare. Tecentriq (atezolizumab), in combo con la chemioterapia, ha significativamente migliorato la sopravvivenza globale dei pazienti con carcinoma polmonare esteso a piccole cellule, precedentemente non

(Reuters Health) – Con il 90% dei pazienti pediatrici che ha avuto un miglioramento di quattro punti in un test che valuta i progressi neuromuscolari, la terapia messa a punto contro l’atrofia muscolare spinale (SMA) da PTP Therapeutics e Roche

(Reuters Health) – Con 2,4 miliardi di dollari Roche acquisisce l’intera proprietà della Foundation Medicine (FMI),realtà statunitense che sta lavorando sulla profilazione genomica per personalizzare la cura del cancro. Il closing dell’operazione dovrebbe cadere entro la fine dell’anno. Quello di

Nuovi, positivi dati per ocrelizumab di Roche, che saranno presentati al 4° Congresso della European Academy of Neurology (EAN) dal 16 giugno al 19 giugno a Lisbona. I dati sull’efficacia e sulla sicurezza a lungo termine sono coerenti con il

La Commissione europea ha approvato Perjeta (pertuzumab) di Roche in associazione con Herceptin (trastuzumab) e chemioterapia per il trattamento dopo chirurgia adiuvante di pazienti adulte con carcinoma mammario HER2 positivo in stadio iniziale (eBC) a rischio elevato di recidiva, definito

Roche continua a raccogliere ottime evidenze dagli studi relativi alla breaktough therapy emicizumab per l’emofilia A. Lo studio di fase III HAVEN 3, in adulti e adolescenti di età uguale o superiore a 12 anni senza inibitori del fattore VIII

Roche si avvicina al meeting annuale dell’ASCO con i dati eccellenti dello studio di fase III ALEX, che mostrano come come alectinib (Alecensa), inibitore ALK di seconda generazione, abbia un’efficacia senza precedenti tra i farmaci della stessa classe, con 34,8

In occasione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Diabetologia, che si svolge a Rimini fino al 19 maggio, Roche Diabetes Care Italy ha annunciato l’arrivo in Italia di Eversense XL, il primo sensore impiantabile per il monitoraggio continuo della

Roche, in occasione del 70° convegno annuale dell’Accademia Americana di Neurologia (AAN), che si tiene dal 21 al 27 aprile a Los Angeles, ha presentato nuovi dati su ocrelizumab. I dati mostrano l’efficacia di ocrelizumab nella sclerosi multipla recidivante (SMR)

Hemlibra, il nuovo arrivato contro l’emofilia di Roche, continua a mietere consensi. La FDA, alcuni giorni fa, lo ha definito farmaco “rivoluzionario”, accelerando il suo percorso di approvazione in clinica come terapia per i pazienti con emofilia A senza inibitori

Dagli USA buone notizie per Roche. La FDA, per la seconda volta, ha concesso a emicizumab lo status di Breakthrough Therapy (BTD) per il regime di profilassi per la prevenzione o riduzione degli episodi di sanguinamento in tutti i pazienti con

(Reuters Health) – Funziona il cocktail terapeutico costituito dai farmaci di Roche Tecentriq e Avastin e due chemioterapici. La combinazione Tecentriq (atezolizumab), Avastin (bevacizumab), carboplatino e paclitaxel, ha fatto registrare un aumento della sopravvivenza generale, nel trattamento di prima linea

Reuters Health) – Terza affermazione per Tecentriq (atezolizumab) in combo con altri farmaci antitumorali. Il trial, di cui oggi sono stati comunicati i dati preliminari, era incentrato sul trattamento di prima linea di pazienti con carcinoma polmonare  a cellule squamose

“Credo che Roche sia l’unica azienda farmaceutica al mondo ad avere due molecole in fase avanzata di studio per l’Alzheimer. Negli ultimi anni ci siamo concentrati su crenezumab e gantenerumab, molecole che agiscono con meccanismi diversi sul cervello e che

Roche e Helaglobe hanno sviluppato Ms-Fit, una soluzione hi-tech, che sfrutta le caratteristiche dei videogames per incentivare chi ha la sclerosi multipla a compiere attività fisica adeguata direttamente da casa. Ms-Fit sarà adesso testata in uno studio coordinato dalla Federazione

Con una riduzione media dei livelli di proteina mutante del 40%, registrata con le due dosi più elevate del farmaco, RG604, il candidato messo a punto da Ionis, in licenza per Roche, si sta dimostrando efficace nel trattamento della malattia