Boehringer Ingelheim/Eli Lilly: da studio EMPEROR-Preserved conferme per l’efficacia di empagliflozin nella HFpEF

Lo studio EMPEROR-Preserved di Fase III ha raggiunto il suo endpoint primario, confermando empagliflozin come il primo e unico inibitore SGLT2 in grado di ridurre significativamente il rischio di morte cardiovascolare o di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti adulti, con o senza diabete, affetti da insufficienza cardiaca con frazione di eiezione preservata (HFpEF). Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly hanno…

Leggi

Boehringer Ingelheim, tracciare malattie e farmaci con l’IA

Utilizzare l’elaborazione del linguaggio naturale per tenere traccia di nuovi focolai di malattie infettive grazie ai big data. È questo l’obiettivo dell’accordo tra Boehringer Ingelheim e la società Lifebit, che attraverso una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale puntano ad analizzare rapidamente le pubblicazioni scientifiche internazionali e i dati real world da fonti open source, per stabilire la prevalenza di una particolare…

Leggi

Boehringer Ingelheim/Eli Lilly: ok CHMP a empagliflozin nello scompenso cardiaco a ridotta frazione di eiezione

Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano dell’EMA ha espresso parere positivo raccomandando empagliflozin – di Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly – per il trattamento di pazienti adulti con scompenso cardiaco cronico sintomatico a ridotta frazione di eiezione (HFrEF). Il parere positivo si basa sui risultati dello studio EMPEROR-Reduced in cui empagliflozin ha dimostrato una riduzione significativa del 25…

Leggi

Boehringer Ingelheim, accordo con Google per calcolo quantistico nella ricerca farmaceutica

Boehringer Ingelheim ha firmato un accordo di collaborazione con Google Quantum AI per l’implementazione del calcolo quantistico nella ricerca e nello sviluppo farmaceutico. La partnership, di durata triennale, consentirà al produttore farmaceutico tedesco di unire la sua esperienza nel campo della progettazione di farmaci alle soluzioni di Google nello sviluppo di computer quantistici e di algoritmi. “Siamo davvero entusiasti di…

Leggi

Boehringer Ingelheim: 1,18 miliardi di euro per acquisire NBE Therapeutics

(Reuters) – Con l’obiettivo di aggiungere farmaci alla sua pipeline, tra cui un medicinale in sperimentazione nel trattamento del cancro del seno triplo negativo e del tumore al polmone, Boehringer Ingelheim ha offerto 1,18 miliardi di euro per acquisire la svizzera NBE Therapeutics. L’azienda biotech, con sede a Basilea, ha anche una piattaforma per sviluppare i cosiddetti coniugati farmaco-anticorpo. Si…

Leggi

Boehringer Ingelheim Italia: Morena Sangiovanni è il nuovo Presidente

Morena Sangiovanni è il nuovo Presidente del gruppo Boehringer Ingelheim Italia. Sostituisce Sabine Greulich, che a sua volta ha assunto l’incarico di Head of Human Pharma Region per Europa, Canada Australia e Nuova Zelanda. Nata a Crema, laureata in Biologia con un master in International Business Management e uno in Digital transformation e Digital Marketing, Morena Sangiovanni ha iniziato vent’anni…

Leggi

Boehringer Ingelheim: ok CHMP per Ofev nella SSc-ILD

Il CHMP dell’EMA ha espresso parere positivo, raccomandando la concessione dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio (AIC), per Ofev (nintedanib) di Boehringer Ingelheim  come terapia per adulti affetti da malattia interstiziale polmonare associata a sclerosi sistemica. Nel settembre 2019 la l’FDA aveva già approvato nintedanib negli Stati Uniti come prima e unica terapia per rallentare il declino della funzionalità polmonare in soggetti…

Leggi

Boehringer Ingelheim, una piattaforma per i candidati NASH

Boehringer Ingelheim ha stretto un altro accordo per espandere la pipeline di prodotti contro la steatoepatite non alcolica (NASH). La pharma tedesca ha infatti acquisito la piattaforma anticorpale anti-IL-11 di Enleofen al prezzo di un miliardo di dollari in milestones per ciascun prodotto realizzato. Obiettivo terapeutico, oltre alla NASH, è quello di far progredire candidati in grado di far fronte…

Leggi

Boehringer Ingelheim, successo come CDMO in Cina

Quando la Cina ha semplificato le sue regole che imponevano alle aziende di produrre sul territorio i farmaci biologici destinati al mercato domestico, Boehringer Ingelheim ha costruito uno stabilimento per svolgere lavori su contratto nell’ambito di un progetto pilota. Questa manifestazione di fiducia nei confronti delle autorità regolatorie del paese asiatico ha ora dato i suoi frutti. L’unità cinese della…

Leggi

Boehringer Ingelheim: al via il BVDzero Case Award, per la salute bovina

Boehringer Ingelheim annuncia l’apertura del bando per partecipare all’edizione 2020 del BVDzero Case Award, un’iniziativa biennale con cui la pharma tedesca conferma il suo storico impegno nel promuovere la salute e il benessere degli animali d’allevamento. L’azienda assegnerà premi per un valore complessivo di 15.000 euro ai migliori 10 casi clinici presentati. L’iniziativa è aperta a qualsiasi soggetto che nel…

Leggi

Boehringer Ingelheim, i prossimi passi per Ofev

Grazie alle vendite realizzate per la cura della fibrosi polmonare idiopatica (IPF), Ofev di Boehringer Ingelheim sta conoscendo un grande successo. Ora la pharma tedesca sta cercando di ottenere luce verde dalla FDA per altre indicazioni. Ofev ha significativamente rallentato il tasso di declino della funzione polmonare in pazienti affetti da diverse malattie polmonari interstiziali (ILD) progressive. I dati dello…

Leggi

Boehringer Ingelheim: ok FDA a Ofev nella pneumopatia interstiziale

(Reuters Health) – La FDA ha approvato Ofev di Boehringer Ingelheim nella terapia della pneumopatia interstiziale associata a sclerosi sistemica. Il farmaco è il primo approvato da FDA per questa patologia. Ofev aveva già ricevuto un’approvazione 2014 per pazienti adulti con fibrosi polmonare idiopatica. Fonte: Reuters Health News (Versione italiana per Daily Health Industry)

Leggi

Boehringer Ingelheim, lavori in corso

Boehringer Ingelheim sta conducendo un’importante ridefinizione del suo organigramma. Allan Hillgrove, un veterano della pharma da 37 anni, responsabile delle attività farmaceutiche e biofarmaceutiche umane, si ritirerà alla fine dell’anno. Verrà sostituito da Carine Brouillon, in Boehringer Ingelheim dal 2018. In una dichiarazione, Christian Boehringer, presidente del comitato degli azionisti, ha ricordato che Hillgrove è stato fondamentale nel portare sul…

Leggi

Boehringer Ingelheim: accordo con azienda coreana per candidato IPF

Boehringer Ingelheim ha stretto un accordo con la sudcoreana Bridge Biotherapeutics per avere la licenza su BBT-877, un inibitore dell’autotaxina attualmente in sperimentazione contro la fibrosi polmonare idiopatica. L’accordo è stato stipulato alla cifra 45 milioni di euro in anticipo, ma potrebbe arrivare a 1,1 miliardi di euro nel caso di raggiungimento di tutti gli obiettivi chiave di sviluppo. Il…

Leggi

Boehringer Ingelheim su biotech svizzera per vaccini oncologici

Boehringer Ingelheim sta per concludere l’acquisto della biotech svizzera Amal Therapeutics, specializzata in oncologia. Scopo dell’operazione è quello di accedere alla piattaforma KISIMA di Amal, che utilizza una tecnologia di vaccinazione basata su peptidi / proteine per il trattamento dei tumori polmonari e gastrointestinali. Il candidato vaccino antitumorale ATP128 della biotech è attualmente sviluppato contro il tumore del colon-retto in…

Leggi

Boehringer Ingelheim: Frontline brand dell’anno nei World Branding Award

Frontline, marchio di Boehringer Ingelheim Animal Health, è il ‘Brand dell’Anno’ 2019-2020 nell’Animalis Edition dei World Branding Award. I World Branding Award sono organizzati dal World Branding Forum, ente no-profit con sede a Londra, impegnato a promuovere gli standard dei brand, I vincitori del Premio vengono selezionati sulla base dei risultati in tre ambiti: valore del marchio, indagini di mercato…

Leggi