Sperimentazione clinica trasparente: al primo posto J&J e Sanofi

7 dicembre, 2017 nessun commento


È un A-plus per Johnson & Johnson e Sanofi. La classifica annuale “Good Pharma Scorecard -” realizzata dalla società di bioetica e analisi Bioethics International – ha assegnato a entrambe le case farmaceutiche il punteggio pieno (100%) per la trasparenza nella sperimentazione clinica. Da due anni Bioethics International redige una classifica basato sull’innovazione farmaceutica e le aziende produttrici.“Complessivamente i punteggi ottenuti sono migliorati significativamente in quasi tutte le aree considerate riguardanti 19 farmaci di 11 aziende farmaceutiche”, dice Jennifer E. Miller, fondatrice di Bioethics. La divulgazione degli studi clinici eseguiti su pazienti è passata dall’87% al 96% del totale. Nel sondaggio originale precedente circa la metà dei farmaci esaminati era stato sottoposto almeno a uno studio tenuto nascosto. Ora la percentuale è scesa a un terzo.”Quest’anno c’è stato un grande salto in avanti, ci vuole comunque tempo”, ha detto Miller.  Bioethics ha lanciato la Scorecard nel 2015 e quest’anno ha valutato la registrazione degli studi clinici, i risultati, la condivisione dei report e le percentuali di pubblicazione degli articoli scientifici sui nuovi farmaci approvati dalla FDA nel 2014. Lo studio valuta i parametri di trasparenza dopo 13 mesi dall’approvazione della FDA. Questo intervallo di tempo verrà ridotto a 6 mesi. L’obiettivo di Miller è quello di portare tutte le aziende al 100% di trasparenza nei trial. “Questo è uno dei motivi per cui abbiamo creato la classifica a punti, non solo per premiare le società con un punteggio elevato, ma anche per incentivare a fare meglio coloro che non hanno ottenuto punteggi alti”, ha detto. “Sono felicemente sorpresa che i punteggi siano già saliti dalle nostre ultime classifiche”. Per J & J si tratta del secondo anno consecutivo al vertice della classifica con un tasso di trasparenza del 100%. “Riteniamo che la condivisione dei dati degli studi clinici onori i pazienti che hanno partecipato allo studio e contribuisca a migliorare l’assistenza ai malati”, dice Joanne Waldstreicher, Chief Medical Officer di Johnson & Johnson. “Gli standard di trasparenza di Good Pharma Scorecard corrispondono ai nostri e riconosciamo il lavoro che Bioethics International sta facendo per far luce sulla trasparenza nel settore.”

Ecco la top ten
1 ex aequo Johnson & Johnson/Janssen/Sanofi
3.Abbvie
4.Celgene
5.MSD
6.AstraZeneca
7.Roche/Genenteh
8.Novartis
9.Gilead
10.Allergan

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*