Seattle Genetics: stop a studio late stage su candidato AML

21 giugno, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Seattle Genetics ha annunciato lo stop di uno studio  late-stage relativo a un farmaco contro una forma di leucemia che colpisce in particolare le persone anziane. Il motivo dello stop risiede nella più elevata mortalità registrata nei pazienti che assumevano il farmaco rispetto a quelli trattati con placebo.L’azienda non ha rivelato il numero di decessi verificatisi durante lo studio. Le azioni di Seattle Genetics sono scese del 14%, attestandosi a 55,50 dollari nella negoziazione premarket. Il farmaco, vadastuximab talirine, è stato testato per curare la leucemia mieloide acuta (AML).Nel mese di dicembre, la FDA aveva imposto la sospensione (clinical hold) di diversi studi di fase iniziale sulla vadastuximab talirine dopo che sei pazienti affetti da AML avevano mostrato segni di tossicità epatica e quattro erano morti. Seattle Genetics, dopo aver esaminato i dati disponibili, ha dichiarato che le morti nella fase tardiva dello studio su AML non erano correlate alla tossicità epatica.Tuttavia l’azienda ha affermato che sospenderà il trattamento dei pazienti con vadastuximab talirine in tutti i suoi studi clinici. Verrà interrotta anche la somministrazione del prodotto, attualmente in fase iniziale di studio, in pazienti affetti da altre forme di cancro del sangue.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*