Sanofi punta forte sui biologici. 600 mln di Euro nei prossimi 2 anni

15 giugno, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – È di 600 milioni di euro il piano di investimenti, per i prossimi due anni, che Sanofi intende avviare nel settore dei biologici e della loro produzione. Un campo le cui previsioni di crescita sono enormi in particolare per le aree terapeutiche del cardiovascolare, della neurologia e delle patologie oncologiche. E proprio per la sua potenzialità, gli investimenti in questo settore sono molto alti rispetto al più tradizionale mondo del farmaco chimico. Già nello scorso mese di marzo l’FDA aveva approvato il prodotto Sanofi e Regeneron per il trattamento dell’eczema, con un prezzo di vendita di 37.000 dollari l’anno negli USA. Il nuovo investimento annunciato segue una precisa strategia avviata a partire dagli ultimi 5 anni che hanno visto, da parte della multinazionale francese, un piano di investimenti di 3,3 miliardi di Euro, per una somma complessiva nella produzione che arriva a 4,7 miliardi. “Nel 2012 i biologici rappresentavano il 43% della nostra pipeline – ha spiegato Philippe Luscan, Executive vice presidente del Global Industrial Affairs di Sanofi – Nel 2016 la quota è salita al 60% con una crescita attesa e costante fino al 2020″. Una stima che si allinea con quanto analizzato da un report di EvaluatePharma secondo il quale al 2010 i farmaci ‘convenzionali’ rappresentavano il 70% dei 100 prodotti più venduti al mondo: nel 2022 questa percentuale scenderà a meno del 50% a favore dei biologici. Tuttavia queste previsioni non significano direttamente un aumento delle vendite da parte delle case farmaceutiche, per i complessi problemi di produzione che esistono in questo ambito e anche per le questioni legali legate ai brevetti.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*