Medici e Pharma, tornano le mazzette e gli arresti

8 maggio, 2017 nessun commento


Una nuova indagine coinvolge il settore farmaceutico. Dalle indagini, dei Carabinieri dei Nas di Parma, che hanno coinvolto 17 aziende e 75 persone di cui 19 arrestate, sono emerse sperimentazioni cliniche illegittime su ignari pazienti (con oneri a carico del Ssn), ricerche e raccolte di dati per favorire le industrie, realizzate con la collaborazione di un dirigente compiacente del Ministero della Salute e l’organizzazione di eventi ECM pilotati.

Questo il bilancio di una operazione condotta dai Carabinieri del Nas di Parma in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale della citta’ emiliana. Nel dettaglio, l’operazione, ribattezzata ‘Pasimafi’ ha visto coinvolti oltre 200 militari del Comando per la Tutela della Salute. (La lista dei soggetti coinvolti – Quotidiano Sanità)

Tra gli arrestati il professor Guido Fanelli, 62enne, docente universitario. Fanelli  è stato consulente tecnico del governo per l’estensione della legge 38 del 2010 sulle cure palliative e terapia del dolore, nonché presidente della Commissione istituita ad hoc dal 2008 al 2015 presso il ministero della Salute. E’ stato anche relatore del Piano oncologico nazionale del 2008.

I reati contestati agli indagati: associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio, attuata nel campo della sperimentazione sanitaria e nella divulgazione scientifica per favorire le attività commerciali di imprese farmaceutiche nazionali ed estere, attraverso la commissione altresì dei reati di abuso d’ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori.

Gli inquirenti ritengono che sia stato proprio Fanelli nel 2015 a costruire una fitta rete di interessi collegata ai farmaci contro il dolore, arrivando a costituire anche due società di comodo in cui veniva riciclato il denaro illecito provento della corruzione acquistando appartamenti, auto e lo yacht Pasimafi V. L’imbarcazione era in uso a Fanelli e ha dato il nome all’inchiesta.

“Sto seguendo con grande attenzione lo sviluppo dell’inchiesta. Non posso pronunciarmi oltre quello che è già uscito sugli organi di stampa. Stiamo seguendo con attenzione perché ovviamente i capi di imputazione sono gravissimi e colpiscono personaggi noti del mondo scientifico. Il professor Fanelli non è più a capo della commissione sulla terapia del dolore, è stato sostituito nel 2015. Per quanto riguarda il resto dell’indagine e dell’inchiesta ci atteniamo a quello che la procura effettuerà nei prossimi giorni”.  Ad affermarlo è stato il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, (Video) che a margine di un incontro al ministero della Salute, ha risposto ai giornalisti in merito all’operazione dei Nas di Parma. “Ovviamente – ha proseguito Lorenzin – stiamo osservando, devo dire con grandissimo sgomento perché si tratta di uno dei settori più delicati, che riguardano il fine vita delle persone e noi ci teniamo moltissimo. Cercheremo di fare in modo che il ministero possa garantire tutto ciò che è possibile per continuare sulle azioni che per noi sono prioritarie”.

La fotogallery del bliz (La Repubblica)

La lista dei soggetti coinvolti (Quotidiano Sanità)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*