Porte girevoli: in 24 ore Andreas Busch da Bayer a Shire. Sarà il nuovo EVP

5 dicembre, 2017 nessun commento


In 24 ore da top manager di Bayer a vice presidente esecutivo e responsabile R&S di Shire. È la vicenda professionale di Andreas Busch, capo della drug discovery della pharma tedesca, una delle testa tagliate dal pianto di ristrutturazione aziendale che ha unificato le funzioni di ricerca e sviluppo trasversalmente a tutte le BU.
In Shire Busch, oltre alla cariche di vice presidente esecutivo e nuovo capo di R&S, sarà anche chief scientific officer. Howard Mayer, attualmente capo ad interim del settore R&S, diventerà il suo chief medical officer. Il nuovo assetto societario diventerà operativo il mese prossimo. “Andy è uno scienziato eccezionale con vasta esperienza che guiderà il settore di ricerca e sviluppo per trovare prodotti che comprendano sia i farmaci biologici, sia le piccole molecole”, dice Flemming Ornskov, CEO di Shire. “Non vediamo l’ora che Andy ci consenta di migliorare ulteriormente la nostra capacità di scoprire nuovi trattamenti per il nostro innovativo portafoglio di prodotti contro le malattie rare”. Ciò avviene mentre Shire lavora intensamente su numerosi farmaci, compresi quelli contro la steatosi epatica, l’angioedema ereditario, l’emofilia. Sta inoltre proseguendo la sua ricerca su MAb, che ora include programmi relativi all’edema maculare diabetico, alle malattie autoimmuni mediate da anticorpi e alla terapia anti-trombotica. Ma anche Shire ha dovuto fare dei tagli: in estate aveva detto di aver deciso di concentrare le sue operazioni negli Stati Uniti in due centri principali situati nello stato del Massachusetts: Cambridge e Lexington. Questa mossa probabilmente porterà alla chiusura di altri siti. Il gruppo farmaceutico con sede in Irlanda impiega più di 3.000 persone ma ha sottolineato che, nonostante i piani di consolidamento, non prevede alcuna riduzione significativa dell’organico complessivo. Infatti alcuni membri dello staff R&S saranno trasferiti in Massachusetts dall’Europa e la pharma si aspetta di fare molte nuove assunzioni nei prossimi anni. L’arruolamento di Busch avviene nel bel mezzo di una grande trasformazione per Shire. La casa farmaceutica ha acquisito sia Dyax che Baxalta lo scorso anno inaugurando una pipeline di prodotti notevolmente ingrandita e portando avanti una base più ampia di ricerca con circa 40 farmaci attualmente in fase di sviluppo clinico.

Questo lavoro sarà ora diretto da Busch, “Sono entusiasta dell’opportunità di guidare il settore di ricerca e sviluppo per Shire che ha sviluppato e immesso sul mercato numerosi farmaci ad alto impatto destinati a popolazioni di pazienti con pochi medicinali a disposizione”, ha detto il manager.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*