Philips punta sulla tecnologia sanitaria

Philips punta sulla tecnologia sanitaria
Condividi:
Share

Philips vuole focalizzarsi sulla fornitura di tecnologia sanitaria e sta pianificando lo spin out o la vendita della divisione elettrodomestici di consumo.

Questo mercato ha portato nelle casse di Philips 2,3 miliardi di euro nel 2019, ma il CEO Frans van Houten ha affermato che manca una soluzione strategica per il futuro. L’iter di dismissione della divisione dovrebbe durare dai 12 ai 18 mesi.

Dopo un anno di scarse performance, van Houten ha dichiarato che il responsabile della divisione elettrodomestici, Carla Kriwet, lascerà la società e sarà sostituita immediatamente da Roy Jakobs, responsabile della Personal Health Division di Philips. Van Houten guiderà la Personal Health Division ad interim fino all’annuncio di un successore.

“Quando parlo del 2020 come inizio di un decennio, penso che questo sarà il periodo in cui il modello di business nel settore sanitario si orienterà verso le misurazioni di valore”, ha dichiarato van Houten in una teleconferenza con i giornalisti. “In altre parole, l’evidenza del mondo reale avrà un grande impatto sulla salute delle popolazioni, dei singoli pazienti e su una migliore trasparenza dei costi. Tutto questo può essere diverso da Paese a Paese, ma quando parlo con i ministri della salute noto tutti sono orientati ad andare verso questa direzione”,

“Come azienda tecnologica, possiamo fare la nostra parte nell’aiutare i fornitori a ottimizzare i loro processi, eliminare gli sprechi e ottenere un migliore ritorno degli investimenti sull’attrezzatura e sull’utilizzo del personale”, ha continuato van Houten. “Adesso possiamo misurare i risultati riportati dai pazienti, possiamo valutare gli impatti sulla salute del real world e quindi pensiamo di correlare tutto ciò in modo da poter produrre una valida e completa integrazione di tutti gli aspetti rilevanti”.

Nel Q4 2019 Philips ha registrato vendite per 6 miliardi di euro, con una crescita complessiva del 3% mentre le vendite realizzate si sono attestate a 19,5 miliardi di euro, segnando una crescita del 4,5%.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*