Pharma Sudamerica aggredisce il mercato. Due IPO e 21 fusioni in un anno

20 settembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Blau Farmacêutica SA, produttore brasiliano di farmaci oncologici, sta lavorando con le banche del Paese sudamericano per un’IPO, con l’obiettivo di accelerare l’espansione in tutta l’America Latina. Blau sta discutendo, tra gli altri, con le unità bancarie di investimento di Itaú Unibanco Holding SA, Banco Safra SA e Morgan Stanley & Co. Né Blau né le banche hanno stabilito un calendario per concludere l’operazione. L’IPO cui sta lavorando Blau è l’ennesimo esempio di come l’industria farmaceutica stia guadagnando terreno in una regione, il Sudamerica, in cui la domanda di medicinali sta aumentando. Gli investitori biotech stanno raccogliendo fondi nei mercati azionari nel tentativo di trasformare le proprie aziende in società farmaceutiche specializzate. Nel mese di luglio la colombiana Grupo Biotoscana SA ha raccolto 1,34 miliardi di real (427 milioni di dollari) in una IPO a São Paulo. Nel mese di marzo Biomm SA ha raccolto circa 30 milioni di real. Nei 12 mesi precedenti il mese di luglio scorso vi sono state in America Latina e nei Caraibi 21 fusioni e acquisizioni legate alla farmaceutica, oltre a due IPO regionali e a due offerte successive che hanno raggiunto la cifra di quasi 1 miliardo di dollari nello stesso periodo, secondo i dati di Thomson Reuters. Fondata circa tre decenni fa, Blau ha conseguito un utile netto di 28,7 milioni di reais e un utile operativo di 65 milioni di reais, con un fatturato di 431 milioni di reais. Il profitto è salito del 30% dal 2015, secondo i bilanci pubblicati sul sito di Blau. Con sede nella città brasiliana di Cotia, a ovest di San Paolo, Blau conta quasi 20 stabilimenti e impianti di produzione in cui ha sviluppato più di 100 diversi tipi di medicinali. Blau ha attualmente unità di produzione in Argentina, Cile, Colombia, Perù, Uruguay e sta pianificando di aprirne una in Messico.Blau esporta medicinali anche in Yemen, Azerbaigian, Malesia e Pakistan.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*