Novo Nordisk, buyback da 15 mld di Corone

5 novembre, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – Le vendite di Novo Nordisk stanno vivendo un buon momento, anche se negli USA, per far fronte all’intensificarsi della pressione sui prezzi negli Stati Uniti, la pharma danese dovuto tagliare più posti di lavoro di quanti ne avesse preventivati: entro la fine dell’anno, saranno 1.300, a fronte dei 650 annunciati.

La migliore performance del Q3 l’ha fatta registrare Ozempic, il GLP-1 con il quale Novo Nordisk spera di rubare quote di mercato a Trulicity di Eli Lilly.

Novo spinge molto sui farmaci GLP-1 perchè devono le insuline devono far fronte alla pressione sui prezzi, nel mercato americano, e alla concorrenza dei farmaci biosimilari. Il mercato USA assorbe il 50% di tutte le vendite di Novo Nordisk, ma per effetto della politica di Trump sui prezzi dei farmaci con obbligo di prescrizione medica, nel 2019 la pharma danese taglireà il volume di offerta dell’1-2%.

La pharma danese ha ridotto le sue previsioni di crescita delle vendite del 2018 al 4-5% rispetto al precedente 3-5%, ma ha mantenuto le prospettive di crescita degli utili operativi al 2-5%, entrambe misurate in valuta locale (corona danese).

Il CEO Lars Fruergaard Jorgensen ha annunciato anche di aver ampliato il programma di buyback delle azioni da 1 miliardo a 15 miliardi di Corone.

Fonte: Reuters Health Industry
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*