Novartis: un’app per la depressione da SM

Novartis: un’app per la depressione da SM
Condividi:
Share

Un’applicazione che, in aggiunta alle terapie modificanti la malattia, funga da trattamento digitale per la depressione tra i malati di sclerosi multipla recidivante.

È l’obiettivo cui puntano Novartis e lo sviluppatore di app Pear Therapeutics, che hanno già avviato un test sui pazienti.

Incentrata sui sintomi depressivi che i pazienti possono avvertire, l’app Pear-006 offre una combinazione di terapia comportamentale cognitiva, reframing cognitivo e attivazione comportamentale, “mimando” gli incontri faccia a faccia con gli operatori.

Il primo studio di fattibilità dell’app analizzerà gli effetti clinici della logica di trattamento derivante dalla ramificazione dell’app, che risponde alle indicazioni fornite dal paziente attraverso un’interfaccia di messaggistica istantanea.

L’applicazione, per esempio, chiederà al paziente come si sente, il quale risponderà scrivendo il suo pensiero o selezionando risposte preimpostate.

Lo studio di fattibilità dell’app, considerato una sorta di fase I/II di sperimentazione clinica, dovrebbe essere completato nei prossimi due mesi.

Le due aziende sperano di completare, poi, altri due o tre studi sull’efficacia dell’applicazione, valutando anche impegno del paziente nel seguire l’app e il ‘dosaggio’, per depositare poi una richiesta di approvazione alla FDA.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*