Merck: i vaccini portano in alto il Q3

27 ottobre, 2016 nessun commento


È positivo il risultato del Q3 pubblicato da Merck. Con un +5%, ciò che ha stupito gli analisti è che questo successo non è legato alle performance dei farmaci più innovativi come Keytruda, l’antidiabetico Januvia o l’anti-epatite C Zepatier, ma dal vaccino anti-HPV Gardasil e dall’antibiotico Cubicin. Il risultato positivo bilancia in parte la performance non brillante dei generici e biosimilari del gruppo. Un business che continua a soffrire.

Le vendite del vaccino contro il Papillomavirus sono cresciute del 38%, pari a 860 milioni di dollari nel trimestre. Un dato che supera di ben 200 milioni di dollari le aspettative. Ad influenzare questa crescita ha concorso anche l’uscita dal mercato americano del diretto competitor prodotto da GSK. Buone notizie arrivano in generale dall’intero settore vaccini MSD, con la versione quadrivalente del vaccino morbillo-parotite-rosolia(MPR)+ varicella. Una nuova formulazione combinata che ha prodotto una crescita del 27% pari a 500 milioni di dollari. Ora il dubbio degli analisti è se questi risultati portati a casa dal business vaccini siano sufficienti a colmare il deficit che si è creato con i generici e i biosimilari.

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*