Malattie neurodegenerative: accordo Celegene-Evotec per screening farmaci

20 dicembre, 2016 nessun commento


Celgene punta sempre più forte sulle terapie per le malattie neurodegenerative, quali Alzheimer, Parkinson e Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). In quest’ottica ha stretto un accordo di cinque anni con Evotec. L’azienda tedesca fornirà per la propria piattaforma che, a partire da cellule staminali pluripotenti, ricrea modelli di malattie umane; così Celgene potrà effettuare lo screening di eventuali nuovi farmaci.

La collaborazione da 45 milioni di dollari vedrà coinvolti anche ricercatori dell’Harvard Stem Cell Institute nell’identificazione di composti in grado di impedire o rallentare la perdita di motoneuroni, la caratteristica chiave della SLA. Celgene, inoltre, vorrebbe utilizzare la piattaforma anche per studiare composti per il trattamento di altre patologie, tra cui la malattia di Huntington.  “L’uso di modelli di malattie per la scoperta dei nuovi farmaci rappresenta un cambiamento nel processo di sviluppo dei medicinali”, ha dichiarato il direttore scientifico di Evotec, Cord Dohrmann, secondo il quale molti candidati falliscono “a causa del valore predittivo e traslazionale limitato” dei modelli preclinici di malattia attualmente in uso. Negli ultimi anni Celgene ha già spostato il suo focus dai tumori ematologici, acquisendo Abraxane (paclitaxel), per il trattamento dei tumori solidi, e Otezla (apremilast) per la cura dell’artrite psoriasica; ha inoltre acquistato brevetti di fuori dell’oncologico, come quelli di ozanimod, per la sclerosi multipla, e mongersem per la malattia di Crohn. Per Evotec continua il momento positivo che ha segnato ricavi in crescita del 30% nei primi nove mesi dell’anno, grazie alle partnership con Bayer, Boehringer Ingelheim e Padlock, (ora parte di Bristol-Myers Squibb). Evotec ha anche firmato una serie di nuovi accordi negli ultimi mesi, tra cui uno con il consorzio inglese Antibiotic Research per lo sviluppo di antibiotici. Alla sua piattaforma, infine, è stata aggiunta la tecnologia di ultima generazione CRISP/Cas9.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*