Lilly: FDA, nuova indicazione per Trulicity

Lilly: FDA, nuova indicazione per Trulicity
Condividi:
Share

Alla fine della scorsa settimana la FDA ha dato il via a Trulicity di Eli Lilly nella riduzione del rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti con diabete di tipo 2 con o senza malattia cardiovascolare accertata.

Questa approvazione segna una vittoria per Lilly dopo che i risultati del trial Rewind su Trulicity – a novembre 2018 – non erano riusciti a conquistare gli analisti.

In quello studio, Trulicity aveva ridotto del 12% il tasso combinato di infarto, ictus e morte cardiovascolare rispetto al placebo. I dati erano stati sufficienti per raggiungere l’endpoint del test, ma gli analisti non avevano manifestato entusiasmo perché li giudicavano inferiori a quelli ottenuti dal farmaco Ozempic, concorrente GLP-1 di Novo Nordisk. Questo farmaco aveva infatti mostrato la capacità di ridurre il rischio del 26% durante gli studi nel 2016.

La grande differenza tra gli studi di Trulicity e Ozempic sta nel fatto che il 69% dei pazienti sottoposti alla sperimentazione Rewind non aveva una malattia cardiovascolare accertata. Con queste nuove indicazioni molto più ampie, Trulicity è ora ben posizionato per incrementare i 4,13 miliardi di dollari incassati nel 2019.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*