Lancio del farmaco? Ci pensa l’AI

24 Aprile, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Usare l’intelligenza artificiale per lanciare i nuovi farmaci sul mercato? È ciò che Indegene, società di consulenza farmaceutica con sede a Bangalore, sta cercando di scoprire con la sua piattaforma di nuova generazione.

Il nuovo modello di Indegene, basato appunto sull’intelligenza artificiale, ambisce a diventare un approccio moderno più efficace e conveniente per i farmaci a resa economica limitata.

La piattaforma utilizza ripetitori telesales, comunicazioni digitali mirate, dati e strumenti analitici come modelli di affinità medica e punteggi di previsione per massimizzare il budget di lancio e il tempo di redditività.

Il suo punto debole? Farmaci con incassi annuali previsti nell’intervallo da 100 milioni a 450 milioni di dollari.

“Se una molecola non rende cifre tra i 500 milioni e 1 miliardo di dollari, crediamo che non ci siano ragioni per eseguire un lancio tradizionale”, dice Gaurav Kapoor, Executive VP di Indegene. “I lanci tradizionali sono troppo costosi, complessi e richiedono molto tempo. Il modello digitale di Indegene riduce l’impatto di tutti questi elementi”.

Quello di Yosprala, della statunitense Genus Lifescience, sarà per Indegene il primo lancio di farmaco sul mercato.

Il lancio inizierà con una combinazione di sei-otto canali multimediali, come e-mail, social media, siti Web, connessioni peer-to-peer e direct mail, personalizzati per ogni medico.

Indegene crea profili che includono le preferenze per i canali multimediali, i tipi di contenuti, i dispositivi e la frequenza.

Queste informazioni sono combinate con i punteggi di previsione del medico per personalizzare ulteriormente e indirizzare il marketing.

I responsabili di televendita gestiscono il contatto diretto del medico con chat, condivisione di dati e le chiamate di follow-up.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*