La francese Neovacs punta tutto su vaccino contro il lupus

20 settembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Dopo GSK e MedImmune (AstraZeneca), un nuovo player sta entrando decisamente nel campo delle terapie contro il lupus. Si tratta della biotech francese Neovacs, che punta molto sul suo candidato. L’azienda, che si è assicurata la fornitura di un componente chiave dalla statunitense Stellar Biotechnologies, sta eseguendo un test in fase IIb riguardante un vaccino a base di chinoni. I risultati sono attesi a giugno del prossimo anno.”Sarà il momento della verità”, dice l’AD di Novacs, Miguel Sieler. “Se avremo successo, i risultati dimostreranno che la nostra tecnologia funziona sugli esseri umani e avremo lavoro per i prossimi 25 anni”. GSK ha ottenuto nel 2011 l’approvazione negli Stati Uniti per Benlysta, anticorpo monoclonale anti-lupus. Si trattava allora della prima approvazione di un farmaco contro la malattia dopo più di 50 anni. MedImmune ha invece sviluppato nuovi trattamenti come anifrolumab, un altro anticorpo monoclonale, ora sotto esame in un test di fase III. L’AD Miguel Sieler prevede di incassare almeno 1 miliardo di dollari all’anno se il farmaco verrà approvato. Ha anche dichiarato che sono già in corso negoziati sui diritti di distribuzione esclusiva sono con tre aziende farmaceutiche.

.
Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*