Greco (Abbvie), necessario poter contare su regole certe e omogenee

9 maggio, 2016 nessun commento


“È necessario poter contare su regole certe, omogenee e stabili nel tempo in tutto il Paese – ha auspicato l’amministratore delegato di Abbvie Italia, Fabrizio Greco – Regole che sostengano l’innovazione e favoriscano lo sviluppo e l’accesso ai nuovi farmaci per rispondere alle esigenze di cura dei pazienti affetti da patologie gravi. Questo è possibile solo con il contributo di tutti i decisori istituzionali coinvolti al fine di realizzare una programmazione efficace, al passo con le trasformazioni in atto, in grado di rispondere alle sfide presenti e future”.

Anche perché, ha fatto notare, “secondo le ultime elaborazioni Farmindustria nel 2015 il contributo diretto di AbbVie e del suo indotto in Italia raggiunge i 560 milioni di euro, complessivamente in termini di investimenti, stipendi, imposte dirette e Iva. Un dato che mostra quanto sia importante assicurare condizioni favorevoli per l’attrazione degli investimenti.  Il mantenimento di queste condizioni di successo è fortemente legato alla necessità di creare un contesto favorevole all’innovazione, elemento caratterizzante l’industria farmaceutica in generale ed AbbVie in particolare”. Proprio di recente AbbVie ha annunciato un investimento di 60 milioni di dollari per lo stabilimento di Campoverde entro il 2017 e la scorsa settimana il governatore del Lazio Nicola Zingaretti e sottosegretario allo Sviluppo economico, Ivan Scalfarotto si sono recati in visita presso il sito produttivo della multinazionale biofarmaceutica.  Determinante nella scelta è stato l’apprezzamento, da parte dei vertici della multinazionale, per gli alti livelli qualitativi del polo produttivo italiano.

Gli standard raggiunti dal polo di Campoverde sono tali che “siamo riusciti infatti a portare in Italia produzioni importanti destinate a tutto il mondo – ha ricordato Francesco Tatangelo, direttore dello stabilimento – Come uno dei principi attivi che compongono il trattamento innovativo di AbbVie per l’Epatite C. E ora per questa nuova linea di assemblaggio e confezionamento siamo stati in grado di convogliare nel nostro paese circa un quarto dell’investimento globale destinato da AbbVie allo sviluppo dei propri siti produttivi nel mondo”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*