Genentech scommette sull’AI nelle malattie polmonari

Genentech scommette sull’AI nelle malattie polmonari
Condividi:
Share

Genentech ha siglato una partnership pluriennale con la biotech Imbio per sviluppare sistemi di diagnostica per immagini delle malattie polmonari basati sull’intelligenza artificiale. L’obiettivo dell’affiliata Roche è quello di utilizzare questi strumenti nell’ambito di studi clinici, e più in generale, di metterli a disposizione dei medici.

I programmi di Imbio eseguono scansioni TC del torace. Forniscono la sovrapposizione visiva delle immagini della densità del tessuto polmonare, mappano le zone dell’organo che potrebbero intrappolare aria e quantificano l’enfisema polmonare, la broncopneumopatia cronica ostruttiva e il rischio di cancro al polmone nei fumatori. Questi programmi sono stati approvati dalla FDA e hanno ricevuto il marchio CE.

La biotech utilizza anche algoritmi capaci di analizzare la consistenza del tessuto polmonare per individuare anomalie e aiutare nella diagnosi della fibrosi e delle malattie polmonari interstiziali. Questi algoritmi hanno ricevuto il marchio CE, mentre negli USA vengono utilizzati solo a titolo sperimentale.

“I biomarcatori di imaging hanno il potenziale per migliorare in modo significativo la diagnosi e per aiutare nella decisione sulla migliore terapia da adottare”, dice James Sabry, responsabile globale di Roche Pharma Partnering. “Questa collaborazione, che combina l’esperienza di Imbio nei biomarcatori di imaging con l’esperienza di Genentech sulle malattie polmonari, può migliorare lo sviluppo di farmaci e offrire un’assistenza personalizzata”.

“La collaborazione con Genentech è un ottimo esempio della strategia di Imbio finalizzata a soddisfare il crescente interesse da parte delle aziende farmaceutiche nel campo di utilizzo dei biomarcatori di imaging e dell’AI per imaging. Lo scopo finale è quello di facilitare la diagnosi delle malattie respiratorie”, conclude il CEO David Hannes.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*