Gates Foundation: con pandemia COVID, livello salute globale indietro di 25 anni

Gates Foundation: con pandemia COVID, livello salute globale indietro di 25 anni
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Venticinque anni di progressi medico-scientifici sfumati in 25 settimane di pandemia, con milioni di persone esposte al rischio di malattie mortali e povertà. È l’allarme lanciato dall’ultimo rapporto della Bill & Melinda Gates Foundation.

A causa del COVID-19, la povertà estrema è aumentata del 7% e la copertura vaccinale di routine sta scendendo ai livelli degli anni Novanta. Inoltre, i danni economici provocati dalla pandemia stanno aumentando le disuguaglianze.

Dal rapporto emerge anche che la pandemia ha avuto un impatto devastante sulle donne, sulle minoranze etniche e sulle persone che vivono in condizioni di estrema povertà. “Dopo 20 anni consecutivi di calo della povertà estrema, ora abbiamo assistito a un’inversione di tendenza”, osserva Mark Suzman, CEO della Fondazione.

Il rapporto cita le proiezioni del Fondo Monetario Internazionale secondo le quali, nonostante i 18 trilioni di dollari già spesi per la ripartenza, l’economia globale perderà almeno 12 trilioni di dollari entro la fine del 2021.

Si tratterebbe della più grande perdita di PIL globale dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma, nonostante tutto, Bill Gates è fiducioso sul fatto che il mondo saprà affrontare la pandemia e risollevarsi, non importa “se ci vorranno due anni o tre”.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*