Fondazione Roche per i pazienti, premiati 30 progetti da tutta Italia

Condividi:
Share

Provengono da Enti di tutta Italia i 30 progetti vincitori del Bando “Fondazione Roche per i pazienti”, promosso da Fondazione Roche per sostenere Associazioni Pazienti, Fondazioni e Partnenariati impegnati nella realizzazione di servizi e attività dedicati alle persone che affrontano o hanno affrontato un percorso di cura.

Il sostegno economico messo a disposizione da Fondazione Roche, pari a 600.000 Euro, sarà equamente diviso tra le tre aree terapeutiche Oncologia ed Ematologia Oncologica, Malattie Rare, Neuroscienze e Immunologia, ognuna delle quali ha visto la premiazione di 10 progetti.

Per l’area Oncologia ed Ematologia Oncologica, nello specifico pneumatologia oncologica, sono stati premiati la piemontese ALCASE Italia OdV e la pugliese AVO Associazione Volontari Ospedalieri Onlus; per i tumori femminili (mammella e ovaio) hanno ricevuto il premio le lombarde ACTO Alleanza contro il Tumore ovarico, Associazione Lorenzo Perrone, Associazione Oncologica Milanese Onlus e la toscana Non più Sola; per le patologie Epatocarcinoma, Carcinoma del Colon-Retto e Carcinoma Uroteliale hanno vinto l’Associazione Epac Onlus e l’APS PaLinUro, anch’esse lombarde; infine, per le neoplasie ematologiche, sono state premiate l’Associazione Magicaburla Onlus del Lazio e l’emiliana AIL Sezione di Parma.

Per l’area terapeutica Malattie Rare, sono state premiate 6 associazioni che hanno presentato progetti volti a migliorare le condizioni di vita di pazienti con emofilia: AEL Associazioni Emofilici Lazio, AVEC Onlus Associazione Veneta per l’Emofilia e le Coagulopatie, l’emiliana Aves Onlus Associazione di Volontariato a favore degli emofilici e simil-emofilici, la veneta Associazione Bambini e Giovani con Emofilia e altre Coagulopatie Onlus, l’Associazione ICORE Onlus della Basilicata e ARLAFE Associazione Regionale Ligure Affiliata alla Federazione Emofilici (FAE); per l’atrofia muscolare spinale (SMA) hanno ricevuto il premio la Fondazione siciliana Aurora Onlus Nemo Sud e la lombarda Fondazione IRCCS Ca’ Granda; infine, per la malattia di Huntington, si sono aggiudicate il premio le associazioni NOI Huntington di Roma e la Huntington Onlus di Milano.

Per le neuroscienze e l’immunologia, Fondazione Roche ha premiato 6 progetti dedicati alle patologie nelle aree Neuroimmunologia, Neurodegenerazione e Neurosviluppo (Sclerosi Multipla, Malattia di Alzheimer, Morbo di Parkinson, disturbi dello spettro autistico): le lombarde SCN8A Italia ODV, Confederazione Parkinson Italia, Associazione Parkinson Insubria Onlus, Federazione Alzheimer Italia, la piemontese A.N.C.O.R.A. Associazione Noprofit per la Costruzione Orientata a Reinserimento e Autonomia – Unità Spinale Ospedale Maggiore della Carità e il Gruppo di Sostegno Alzheimer Fidenza. Per le patologie reumatologiche, la Fondazione lombarda G. e D. De Marchi e l’Associazione Italiana S.I.M.B.A. della regione Toscana; per le Patologie Infiammatorie Croniche Intestinali (Colite Ulcerosa, Morbo di Crohn) l’emiliana S.Nu.P.I. OdV Sostegno Nuove Patologie Intestinali e l’Associazione A.Mor.Hi. OdV del Lazio.

“Ci riempie di orgoglio sapere che grazie al “Bando Fondazione Roche per i pazienti” i 30 progetti premiati saranno realizzati dando un supporto concreto ai pazienti e alle loro famiglie – commenta Mariapia Garavaglia, Presidente di Fondazione Roche – La pandemia, che ha colpito così duramente il nostro Sistema Salute, ha aumentato le difficoltà di gestione di molte patologie mettendo in evidenza il forte bisogno di investimenti in grado migliorare il bisogno assistenziale dei pazienti. È quindi il momento di unire le forze per trovare soluzioni al fine di agevolare le persone che ogni giorno convivono direttamente o indirettamente con malattie già di difficile gestione puntando a un Sistema complessivamente sostenibile. Con questa iniziativa si conferma l’impegno di Fondazione Roche a garantire, promuovere e tutelare la salute e l’assistenza sanitaria senza dimenticare i più fragili, fornendo un supporto responsabile e concreto a coloro che operano nel Sistema”.

La selezione e la valutazione dei progetti è stata seguita anche quest’anno da Fondazione Sodalitas in qualità di partner esterno, con cui Fondazione Roche collabora fin dalla sua nascita.

“L’emergenza sanitaria e sociale generata dalla pandemia ha reso più evidente quanto il mondo delle imprese possa contribuire a rispondere a bisogni e necessità delle persone che, ancor più oggi, vivono situazioni di fragilità – dichiara Massimo Ceriotti, Responsabile marketing associativo di Fondazione Sodalitas – Da questo punto di vista, il bando ‘Fondazione Roche per i pazienti’ è esemplare perché, con una visione lungimirante, mette in campo un impegno straordinario in termini di competenze e risorse destinate alle realtà del Terzo Settore che lavorano per migliorare la qualità di vita di pazienti con patologie. Fondazione Sodalitas è orgogliosa di essere parte di questa iniziativa, in cui ha potuto mettere a disposizione la propria esperienza nella realizzazione di partnership di qualità tra profit e nonprofit per generare valore sociale”.

Notizie correlate

Lascia un commento