FDA: multa di 260 mln di dollari a grossista per contraffazione di farmaci

29 settembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Un’unità dell’AmerisourceBergen, uno dei maggiori grossisti americani di farmaci, ha accettato di pagare 260 milioni di dollari per aver venduto siringhe pre-riempite con farmaci antitumorali preparate in modi che violavano le norme federali previste dal Food, Drug and Cosmetic Act. A dichiararlo è stata la stessa società americana. I fatti riguardando una consociata del grossista, Medical Initiatives, ormai non più attiva, che avrebbe confezionato, tra il 2005 e il 2014, le siringhe di antitumorali in un impianto dell’Alabama che non era registrato presso la FDA, come richiesto dalla legge. La società ha ammesso anche che Medical Initiatives avrebbe dispensato illegalmente siringhe sulla base di prescrizioni non firmate da medici. Nelle informazioni diffuse pochi giorni fa, i procuratori hanno anche accusato Medical Initiatives di aver preparato le siringhe riunendo farmaci venduti in boccette di vetro, non conservando l’ambiente sterile nel loro stabilimento, causando così la contaminazione di alcuni dispositivi.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*