Evelo: 100 mln di dollari per studiare ceppi microbici intelligenti

17 aprile, 2018 nessun commento


Evelo, con sede a Cambridge, nel Massachusetts, sta sviluppando formulazioni orali di specifici ceppi microbici. I ceppi vengono selezionati in base al loro potenziale di interagire con le cellule immunitarie intestinali dell’ospite, modulando queste risposte attraverso numerosi percorsi. Un criterio biotecnologico che potrebbe portare alla realizzazione di nuove tipologie di farmaci. Nulla di tutto ciò è stato ancora provato in clinica. Negli ultimi anni Evelo ha ottenuto oltre 100 milioni di dollari da Flagship Venture, GV, Celgene, Alexandria Venture Investments e Mayo Clinic. Ora è alla ricerca di altri 100 milioni da finanziatori pubblici per sostenere il passagio in clinica della suo criterio biotecnologico. Evelo ha un CTA approvato per il suo candidato principale EDP1066, lanciato in questo trimestre in una sperimentazione clinica su volontari sani e su pazienti con psoriasi lieve o moderata oppure atopici. I dati sono attesi nella prima metà del prossimo anno. Questa è solo una parte della pipeline di Evelo. Un altro settore del suo portafoglio di prodotti è rivolto al settore oncologico e comprende tra l’altro il tumore del colon-retto, il carcinoma del rene, il melanoma e i pazienti recidivanti PD-1. Evelo si aspetta di cominciare entro la fine dell’anno uno studio clinico relativo al suo farmaco antitumorale principale, EDP1503. Questo studio valuterà EDP1503 nei pazienti con melanoma recidivante in combinazione con un inibitore di checkpoint PD-1.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*