European Immunization Week. MSD Italia lancia due campagne di sensibilizzazione

Condividi:
Share

Si apre oggi la European Immunization Week, promossa dall’Oms. Una settimana, fino al 26 aprile, dedicata alla condivisione di informazioni sull’importanza delle vaccinazioni in tutte le fasi della vita, nella quale verrà dedicato uno spazio particolare, agli eroi invisibili della sanità pubblica che lavorano costantemente per garantire le migliori condizioni di salute e l’accesso ai programmi di prevenzione.

Ogni anno milioni di vite vengono salvate grazie alla vaccinazione, ampiamente riconosciuta come uno degli interventi sanitari di maggior successo ed economicamente vantaggiosi. Tuttavia, si stima che quasi 20 milioni di bambini non siano stati ancora vaccinati o non abbiano accesso a tutte le vaccinazioni.

Per questo anche quest’anno, in occasione della Settimana Europea dell’Immunizzazione, Msd Italia scende in campo al fianco della Sanità Pubblica per una comunicazione basata sulla Scienza.

Lo fa lanciando due nuove Campagne di sensibilizzazione, con l’obiettivo di promuovere un’ampia diffusione di corrette informazioni sulle vaccinazioni e sulle patologie prevenibili, facendo leva sull’utilizzo di fonti scientifiche autorevoli, attraverso i nuovi strumenti e linguaggi dei social network, grazie ai quali poter raggiungere un’estesa fascia di popolazione sempre più esposta alle numerose fake news presenti quando vengono affrontate tematiche legate alla Salute.

#facciamoilpunto è l’hashtag della campagna rivolta alla popolazione per un’informazione corretta in tema di vaccinazioni.

Approvata dal Ministero della Salute, utilizzerà i social media Facebook e Instagram: accedendo al sito, www.facciamoilpunto.msdsalute.it sarà possibile consultare alcune delle domande più frequenti sulle vaccinazioni e sulle malattie prevenibili nei bambini, negli adolescenti, negli adulti e negli anziani e ottenere risposte scientificamente corrette e riferite a fonti attendibili.

L’obiettivo è il contrasto alle “fake news”, ampiamente diffuse nei social media negli ultimi anni, che in particolare proprio sui vaccini, hanno fatto presa sulle persone che si informano soprattutto attraverso i nuovi media e che non hanno avuto esperienza diretta delle conseguenze, spesso devastanti, di malattie prevenibili con le vaccinazioni.

Ed è sempre sfruttando i canali social Facebook e Instagram che, da oggi e fino al 26 aprile, Msd promuoverà anche la campagna #CombattentiInvisibili, dedicata a figure spesso lontane dai riflettori – come ricercatori, medici, operatori sanitari, caregiver – ma che lavorano senza sosta per garantire a tutti, in ogni fase della vita, le migliori condizioni di salute e di accesso ai programmi di prevenzione.

Figure lontane dalla ribalta, come lo è stato lo scienziato Maurice Hilleman, considerato uno dei padri della vaccinologia moderna, scopritore di oltre 40 vaccini fondamentali per la protezione in tutte le fasi della vita e che ha lavorato per oltre 40 anni nei laboratori di ricerca di Msd.

“Msd sostiene la Settimana Europea dell’Immunizzazione – afferma Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di Msd Italia – e mi unisco a quanti danno merito a tutti gli eroi invisibili che hanno a cuore la nostra salute e che lavorano nel nostro Servizio Sanitario Nazionale, di cui dobbiamo andare orgogliosi come Italiani. I vaccini ricoprono un ruolo cruciale per la salute pubblica. Mai come in questo momento possiamo comprendere l’elevato costo sociale, economico e in termini di salute anche di una sola malattia. E possiamo pertanto meglio apprezzare il valore di un vaccino e dell’innovazione in generale. Purtroppo però, ancora oggi in Italia, un numero consistente di persone non si è vaccinato con i vaccini disponibili, esponendo sè stessi e gli altri a pericolose patologie vaccino-prevenibili”.

“Le persone, oggi, vivono più a lungo – prosegue Nicoletta Luppi – ma non necessariamente in migliori condizioni di salute. Ricercare, sviluppare, produrre vaccini efficaci e sicuri per prevenire le malattie è un obiettivo prioritario di Msd, perché consentire alle persone di non vivere la malattia è anche più importante che curare, per vivere una vita lunga e una vita di qualità. La prevenzione vaccinale è un investimento di sanità pubblica con elevato rendimento per l’economia italiana e contribuisce alla sostenibilità del Ssn, diminuendo il peso sociale ed economico delle malattie”.

“Per quanto riguarda invece i social media – conclude Nicoletta Luppi – essi devono rappresentare un canale fondamentale per contrastare le fake news e offrire alla popolazione un’informazione chiara, di qualità e basata sulla Scienza con la “S” maiuscola. Sono convinta che questa nuova campagna potrà dare un ulteriore contributo agli sforzi di tutti i medici, della comunità scientifica e delle istituzioni sanitarie al raggiungimento degli obiettivi di protezione della salute di tutti gli italiani.”

Notizie correlate

Lascia un commento