EIP Pharma, nuova vita per ex farmaco Vertex

16 Aprile, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Espandere la sperimentazione clinica dell’ex farmaco di Vertex neflamapimod al trattamento di una forma di demenza e del deficit cognitivo legato alla Malattia di Huntigton.

A questo serviranno gli 11,2 milioni di dollari raccolti dell’azienda americana EIP Pharma. In particolare, dopo aver avviato studi sulla molecola contro la malattia di Alzheimer, il budget andrà a finanziare trial clinici di fase intermedia.

Neflamapimod è stato preso in licenza nel 2014. Si tratta di un inibitore dell’enzima chinasi alfa p38 MAP che Vertex ha testato contro l’artrite reumatoide.

Ma EIP ha visto un futuro diverso per la molecola e dopo aver avviato uno studio di fase IIa nell’Alzheimer nel 2015, è passata alla fase IIb, raccogliendo 20,5 milioni di dollari sulla base dei primi risultati ottenuti.

Ora arriva un altro finanziamento. Soldi investiti per avviare le sperimentazioni nelle due nuove indicazioni, la demenza a corpi di Lewy e il deficit cognitivo nella malattia di Huntington, nel secondo trimestre di quest’anno.

Le due patologie hanno infatti delle caratteristiche comuni con l’Alzheimer, come l’infiammazione, che sarebbe un fattore chiave.

Neflamapimod è progettato per attraversare la barriera emato-encefalica e inibire l’enzima p38 alfa intracellulare, che i neuroni esprimono quando sono stressati o malati. Secondo EIP, nell’Alzheimer questo enzima avrebbe un ruolo nella perdita di plasticità sinaptica a livello dell’ippocampo, che a sua volta influenza apprendimento e formazione della memoria.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*