e-Marketing: nel 2020 pharma al secondo posto per spesa complessiva

Condividi:
Share

Nel settore farmaceutico la spesa per l’e-Marketing nel 2020 è aumentata del 14,2%, arrivando a 9,53 miliardi di dollari. Un dato – secondo solo a quello relativo ai prodotti informatici e di elettronica di consumo – che sottolinea la crescente importanza di questo canale nelle politiche di vendita delle pharma.

A evidenziarlo questo trend è il report US Healthcare and Pharma Digital AD Spending 2020; il  rapporto individua nelle campagne di sensibilizzazione al COVID-19 e nelle attività di marketing relative a prodotti e test i fattori chiave che hanno portato a questa crescita.

La pandemia di COVID-19 sta dando slancio alla rivoluzione digitale nel settore farmaceutico. Le aziende si stanno sempre più affidando agli strumenti digitali per la gestione delle attività quotidiane.

Sanità e farmaceutica, secondo il report, rappresentano il 7,1% di tutta la spesa pubblicitaria digitale negli USA; percentuale ancora inferiore rispetto a settori quali vendita al dettaglio, con il 21%, i servizi finanziari, con il 14,6%, ma che supera l’intrattenimento (5,2%), e i viaggi (2,4%).

Infine, sebbene il farmaceutico stia rafforzando la sua capacità di veicolare pubblicità sui dispositivi mobile, con quasi il 58% della spesa destinata a queste piattaforme, la media è ancora inferiore rispetto al 68% di altri settori. Mentre la quota spesa per desktop/laptop è superiore alla media, con il 42,5%.

Notizie correlate

Lascia un commento