COVID-19: Boehringer Ingelheim Italia per l’aiuto psicologico agli operatori sanitari

COVID-19: Boehringer Ingelheim Italia per l’aiuto psicologico agli operatori sanitari
Condividi:
Share

Boehringer Ingelheim Italia ha deciso di sponsorizzare un progetto di supporto psicologico rivolto agli operatori sanitari impegnati nell’emergenza Covid, per permettere loro di elaborare emozioni e stati d’animo vissuti nello svolgimento del servizio emergenziale, offrendo una consulenza specialistica sulla gestione dello stress emotivo, a tutela del loro equilibrio psicofisico.

Il progetto è realizzato dalla Cooperativa Sociale Onlus Spazio IRIS – Istituto di Ricerca e Intervento per la Salute, con l’obiettivo di “trasformare i limiti in risorse”.

Spazio IRIS è una Welfare Company che opera nel settore della clinica, della ricerca e della formazione in ambito sanitario, fondata nel 2013 da Luca Granata e Tiziano Schirinzi.

Il lavoro degli psicologi del progetto consiste nell’analizzare le complessità, le difficoltà e le fragilità del singolo, prima che queste si trasformino in problemi. Gli stessi psicologi guideranno il medico o l’operatore sanitario nell’individuazione del problema, sviluppando nuove prospettive e percezioni dello stesso e delle proprie risorse per affrontarlo.

L’obiettivo finale è accompagnare questi professionisti fornendo strategie per far fronte alla complessità. In prima battuta sarà attivato un numero verde per rispondere a domande che necessitano di una risposta diretta e immediata.

Un triage psicologico capace di accogliere e valutare la situazione dell’utente. Successivamente verrà proposto di programmare un minimo di tre incontri virtuali con uno psicologo psicoterapeuta. In questa fase saranno utilizzate tecniche di “coaching breve strategico”, tecniche di gestione emotiva e problem solving.

Il progetto prevede una durata di tre mesi, in modo da sostenere il medico o l’operatore sanitario per tutto il tempo della finestra emergenziale, mantenendo attivi comportamenti produttivi ed evitando le ricadute.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*