COVID-19, Oxford: messo a punto un test del sangue per verificare efficacia nuovi vaccini

Condividi:
Share

(Reuters) – I ricercatori dell’Università di Oxford hanno reso noto di aver sviluppato un metodo basato su un esame del sangue per prevedere l’efficacia dei nuovi vaccini anti COVID-19. Gli scienziati hanno esaminato la concentrazione di una serie di anticorpi anti-virus nel sangue dei partecipanti allo studio vaccinati con Vaxzevria, sviluppato da AstraZeneca e dall’Università di Oxford.

Verificando in seguito quali volontari avevano contratto COVID-19 sintomatico e quali no, i ricercatori hanno elaborato un modello che sperano possa prevedere quanto saranno efficaci i prossimi vaccini. Gli esperti hanno determinato che livelli più elevati di tutti i marcatori immunitari erano correlati alla protezione dall’infezione sintomatica e hanno identificato i livelli di anticorpi specifici corrispondenti all’80% dell’efficacia del vaccino.

I titoli anticorpali non erano però correlati alla protezione complessiva contro l’infezione asintomatica, osservano gli autori.

“I dati possono essere utilizzati per estrapolare le stime di efficacia relative a nuovi vaccini sui quali non è possibile condurre ampi studi in questa direzione”, hanno affermato nel loro articolo pubblicato online giovedì dal sito Web medRxiv, in attesa della peer review. E’ necessario un lavoro maggiore per poter convalidare il modello anche per molte delle nuove varianti altamente contagiose del virus.

I ricercatori hanno anche affermato che di non aver esaminato la cosiddetta risposta immunitaria cellulare, che include l’attività delle cellule T e di altre cellule, e che rappresenta un’arma importante dell’organismo umano contro le infezioni insieme agli anticorpi. “C’è un urgente bisogno di aumentare la fornitura di vaccini per il mondo intero ma lo sviluppo e l’approvazione di nuovi preparati richiedono molti mesi. Ci auguriamo che l’uso dei parametri di riferimento da parte di sviluppatori e regolatori possa accelerare questi processi”, ha affermato Andrew Pollard, Direttore di l’Oxford Vaccine Group e investigatore capo dell’Oxford Vaccine Trial.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento