Celgene, alla FDA il nuovo dossier su ozanimod

28 Marzo, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Celgene ripropone alla FDA ozanimod, prodotto contro la sclerosi multipla recidivante. La nuova presentazione arriva un anno dopo  il “no” dell’agenzia regolatoria, che aveva rifiutato il via libera a ozanimod a causa di carenze nella parte preclinica e nella clinica farmacologica.

Celgene aveva dato seguito ad alcuni programmi di farmacologia clinica per rispondere alle richieste della FDA, ma le speranze di una rapida risoluzione della faccenda svanirono rapidamente.

Ora la grande biotech si ripresenterà con il nuovo dossier entro la fine del primo trimestre, con l’obiettivo di portare il farmaco sul mercato il prossimo anno, quando potrebbe essere parte di Bristol-Myers Squibb.

Il destino di ozanimod giocherà un ruolo importante su quanto BMS pagherà alla fine per Celgene.

Se sarà approvato entro la fine del 2020 – e con lui i candidati JCAR017 e bb2121 – gli azionisti di Celgene riceveranno un ulteriore pagamento di 9 dollari ad azione.

Il cash della fusione potrebbe così salire a 58 miliardi di dollari.

 

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*